×

Arrestato a Rimini il piromane fantasma del 24 febbraio

Dopo mesi passati a studiare il tragitto e perfino il tipo di andatura che avevano i sospetti arrestato a Rimini il piromane fantasma del 24 febbraio

Arrestato il piromane di Rimini

Ha un nome, un volto ed è finalmente stato arrestato a Rimini il piromane fantasma del 24 febbraio che aveva messo a segno un raid incendiario devastante. Secondo quanto riferito dagli inquirenti che hanno diramato una velina si tratta di un 38enne senza fissa dimora stanato dai carabinieri che hanno setacciato le immagini di videosorveglianza relative ai luoghi di queli blitz criminali letteralmente una ad una ed alla fine hanno fatto bingo. 

Arrestato a Rimini il piromane fantasma

Il raid incendiario avvenne nel centro storico di Rimini. Ecco un frame della nota dei Carabinieri della territoriale che annuncia il fermo: “Al termine di un’indagine certosina, che ha visto gli inquirenti dell’Arma analizzare al microscopio le immagini delle telecamere di videosorveglianza, i carabinieri hanno individuato in un italiano 38enne senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine l’autore dei roghi che hanno distrutto 4 auto in sosta e danneggiato seriamente altre 3”.

Ma come hanno fatto nel concreto i militari? 

Lo start incendiario dal “Bike Park”

Dai video hanno ricostruito i movimenti del malvivente. E il 38enne era partito dal parcheggio del “Bike park” alla stazione ferroviaria. Da quel punto aveva iniziato ad appiccare il fuoco ad auto e cassonetti lungo via Cattaneo ed aveva finito in piazza Ferrari. A quel punto “dalle immagini si è potuto ricavare un’indicazione sui vestiti e sulla fisionomia del soggetto”.

Di quelle e perfino del tipo di andatura che aveva.

Contents.media
Ultima ora