×

AstraZeneca, richiamo anticipato a Napoli: le fasce di età coinvolte

A Napoli il richiamo di AstraZeneca è stato anticipato per alcune fasce di età. La Asl Napoli 1 Centro sta inviando gli sms di convocazione.

AstraZeneca

A Napoli il richiamo di AstraZeneca è stato anticipato per alcune fasce di età. La Asl Napoli 1 Centro sta inviando gli sms di convocazione presso gli hub vaccinali per la somministrazione della seconda dose, con una settimana di anticipo. 

AstraZeneca, richiamo anticipato a Napoli

A Napoli i richiami del vaccino AstraZeneca sono stati anticipati per gli over 70. La Asl Napoli 1 Centro sta mandando i messaggi di convocazione ai pazienti, con l’invito di recarsi presso gli hub vaccinali per la somministrazione della seconda dose con una settimana di anticipo rispetto alla data fissata all’inizio. Il vaccino AstraZeneca prevede di somministrare la seconda dose entro circa 3 mesi dalla prima. L’Azienda Sanitaria locale, guidata dal direttore generale Ciro Verdoliva, ha deciso di anticipare i tempo.

Lo scopo è quello di concludere i richiami di AstraZeneca entro il 10 agosto, in modo da ridurre le code nella settimana di Ferragosto. 

AstraZeneca richiamo, le convocazioni per i pazienti

Da questa mattina, martedì 8 giugno, sono partite le convocazioni dei richiami per anticipare la seconda dose di AstraZeneca. Questa decisione improvvisa ha stupito molto i destinatari, anche per quanto riguarda il cambio degli hub vaccinali. Alcuni pazienti che hanno ricevuto la prima dose alla Stazione Marittima sono stati chiamati per la seconda dose al Vaccine Center della Mostra d’Oltremare, con una settimana di anticipo.

L’unico strumento ufficiale di convocazione, come ha precisato la Asl Napoli 1, è l’sms. Non sono valide le email o le date indicate nell’attestato di vaccinazione che viene rilasciato a seguito della prima dose. 

AstraZeneca richiamo, ci sono stati molti disagi

Sottolineare che l’unica convocazione valida è quella tramite sms è molto importante, perché ci sono stati molti disagi. La data del richiamo sull’attestato di vaccinazione è stata eliminata. Gli imprevisti degli ultimi mesi sono stati tanti, per via dei ritardi delle consegne, che hanno condizionato le date di somministrazione e le revoche delle convocazioni. Ci sono stati molti disagi anche nei centri vaccinali, dove molte persone si sono presentate nella data indicata nell’attestato, ma sono state mandate a casa perché non avevano ricevuto l’sms. Per questo la Asl ha deciso di rimuovere questa informazione dall’attestato di avvenuto vaccino, così da evitare equivoci e tensioni anche con il personale degli hub. 

Contents.media
Ultima ora