> > Babysitter dà cocaina a un neonato di due mesi: ottiene la libertà su cauzione

Babysitter dà cocaina a un neonato di due mesi: ottiene la libertà su cauzione

Neonato

Un 30enne scozzese ha ammesso di aver dato della cocaina ad un neonato di soli due mesi. Ha ottenuto la libertà su cauzione.

Un 30enne scozzese, che faceva il babysitter, ha ammesso di aver dato della cocaina ad un neonato di due mesi.

I fatti risalgono al 2020 e l’uomo ha ottenuto la libertà su cauzione. 

Babysitter dà cocaina a un neonato di due mesi

Un 30enne scozzese ha dichiarato di aver dato cocaina ad un neonato di due mesi, al quale stava facendo da babysitter. Secondo quanto ricostruito, Goe Wheeler ha consentito al bimbo di ingerire la droga. Il fatto è accaduto nel 2020, a Rattray, nel Perthshire, in Scozia. L’uomo ha ammesso di aver “messo in pericolo” la vita del bambino mentre “avrebbe dovuto prendersi cura di lui“.

La mamma del neonato si è resa conto che il piccolo non stava bene e gli esami hanno confermato la presenza di cocaina nel suo organismo. L’uomo ha presentato una dichiarazione di non colpevolezza per una seconda accusa che riguardava il possesso di ecstasy.

L’uomo ha ottenuto la libertà vigilata su cauzione

L’avvocato Michael O’Neill ha rilasciato una dichiarazione di colpevolezza a nome del suo cliente, che ha ottenuto la libertà vigilata su cauzione.

Lo sceriffo David Hall ha rinviato la condanna per la preparazione di un rapporto con assistenti sociali e una valutazione dell’ordine di restrizione della libertà. All’inizio di quest’anno l’uomo è stato trovato con un coltello in un locale pubblico e gli è stato ordinato di svolgere 80 ore di lavoro non retribuito per la comunità. Dopo due giorni è stato trovato ancora in possesso dell’arma dopo un litigio con i vicini.

Ha ammesso di essersi comportato in modo “minaccioso o offensivo” urlando contro la vicina e di essere in possesso di un coltello.