×

Bambini prodigio: il piccolo, straordinario Mozart

Condividi su Facebook

Mozart bambino

Wolfang Amadeus Mozart fu un bambino prodigio, uno tra i più straordinariamente dotati che la storia ricordi.

Era nato per la musica; suo padre Leopold lo capì subito e, grazie alla sua indiscutibile abilità imprenditoriale, fece in modo che il mondo intero potesse conoscere e godere delle incredibili qualità artistiche di suo figlio.

Il piccolo Mozart si sedette per la prima volta al clavicembalo all’età di soli tre anni, forse per imitare la sorella maggiore Nannerl; a quattro anni era in grado di eseguire pezzi piuttosto elaborati e, addirittura, di comporne di propri; la sua prima composizione ufficiale, il Minuetto in sol maggiore K 1 risale al 1761, quando aveva appena cinque anni (era nato il 27 Gennaio del 1756).

A sei anni il piccolo genio imparò a suonare il violino, a sette era capace di esibirsi in eccezionali performances davanti a pubblici esigenti.

Si dice che il primo pentagramma della sua vita, Wolfang lo abbia scarabocchiato, piccolissimo, sulla pregiata tappezzeria di casa.

Insomma, un destino unico, favorevolmente segnato, almeno dal punto di vista artistico, fin dall’inizio.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Saba Davitaia
15 Ottobre 2012 15:38

,


Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.