×

Biella: riesumata la salma del prof di musica morto dopo il vaccino AstraZeneca

Biella, la procura ha predisposto la riesumazione della salma del prof di musica, morto dopo nemmeno 24 ore dalla somministrazione di AstraZeneca

riesumata la salma del prof di musica di biella morto dopo astrazeneca

La salma dell‘insegnante di musica, Sandro Tognatti, 57 anni, morto a Biella nel mese di marzo, dopo 14 ore dall’inoculazione del vaccino AstraZeneca. La sua morte aveva portato alla sospensione di un lotto del vaccino.

Biella: sarà riesumata la salma del prof di musica morto dopo AstraZeneca

La procura ha accolto la richiesta del team di specialisti, guidato dal medico legale Roberto Testi, che si sono occupati dell’esame autoptico sulla salma del professore di musica. La riesumazione sarebbe necessaria per consentire ulteriori esami, da parte di uno degli specialisti, riguardanti possibili farmaci assunti dall’insegnante prima dell’inoculazione del vaccino e che potrebbero aver creato delle reazioni avverse con il siero di AstraZeneca. Non viene messa quindi in discussione la causa della morte, avvenuta per un problema cardiaco improvviso, non riconducibile alla somministrazione del vaccino. 

Nel frattempo l’inchiesta aperta sulla sua morte va avanti: in questi giorni ai vertici dell’Asl di Biella, è giunto un avviso di garanzia.

In particolare i destinatari del provvedimento sono stati il commissario Diego Poggio, il direttore sanitario Francesco D’Aloia e quello amministrativo Carla Becchi, tutti e tre hanno chiesto di essere ascoltati in procura, ma non ci sono state domande da parte del procuratore Teresa Angela Camelio.

Come ricordato dal legale: -“Avevamo comunque già presentato una memoria, in cui spieghiamo come non ci sia una norma specifica che possa imporre alla direzione Asl un controllo analitico sulle vaccinazioni.

Questo quindi andrebbe a escludere che sia stato commesso un abuso”.

Contents.media
Ultima ora