> > Bonaccini scrive ad un piccolo malato di tumore: "Non mollare"

Bonaccini scrive ad un piccolo malato di tumore: "Non mollare"

Stefano Bonaccini

Bonaccini scrive ad un piccolo malato di tumore, la madre: "Tra pochi giorni, il 10 novembre, mio figlio compie gli anni, e sarebbe un regalo bellissimo"

Il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini scrive ad un piccolo malato di tumore: “Non mollare”.

La storia del 14enne bolognese Lorenzo, affetto da sarcoma di Ewing, e l’appello di sua madre a contattarlo commuovono il mondo della politica, con i rappresentanti della vita pubblica che scrivono al ragazzino. Di lui, sua madre aveva detto sui social: “Scrivo questo post per ringraziare tutte le persone che mi hanno contattato, scritto un pensiero, inviato una fotografia o semplicemente un saluto. La storia di Lorenzo è la storia del mio bambino, ma la storia di Lorenzo è anche la storia di tutti i bambini e i ragazzi che si ritrovano a convivere con una malattia di qualunque tipo”. 

Lorenzo e il sarcoma di Ewing

E ancora: “Tra pochi giorni, il 10 novembre, Lorenzo compie gli anni, e sarebbe un regalo bellissimo”.  E Stefano Bonaccini non ci ha pensato un attimo: “So che stai passando un periodo molto duro che ti costringe a stare distante dagli amici e dai compagni di scuola, oltre a non permetterti di praticare attività sportiva e divertirti. Deve essere veramente molto difficile”. 

Bonaccini scrive ad un piccolo malato

E poi: “Tua mamma però dice che sei un ragazzo molto coraggioso.

Devi aver preso da lei, perché Francesca è una donna forte e tenace. Ho letto che il tuo sogno è quello di diventare un dottore, un oncologo pediatrico per la precisione. Ti auguro dal profondo del cuore di riuscirci. Nella vita non c’è niente di meglio che avere un sogno e fare di tutto per realizzarlo. Io alla tua età sognavo di fare il calciatore di serie A”. Poi Bonaccini spiega: “Ben presto ho capito che non sarei mai stato abbastanza bravo per arrivare tra i professionisti, ma ho continuato a giocare tra i dilettanti e mi sono divertito moltissimo.

Anche tu devi inseguire il tuo sogno, tutti i giorni”. Chiosa  il dem: “Nel frattempo, non mollare! E ricorda che non sei solo, perché siamo in tantissimi a essere al tuo fianco. E un giorno, se vorrai, potremo organizzare un incontro per conoscerci di persona. Un abbraccio forte”.