> > Bonus 150 euro verso la proroga a dicembre: a chi spetta, requisiti e come ot...

Bonus 150 euro verso la proroga a dicembre: a chi spetta, requisiti e come ottenerlo

Bonus

Il bonus 150 euro va verso la proroga a dicembre, con il nuovo governo in fase di costruzione. Ecco tutte le informazioni utili.

Il nuovo governo di Giorgia Meloni si sta ancora formando, ma sembra che il bonus 150 euro sia una priorità, pronto per una proroga a dicembre.

Scopriamo di cosa si tratta e chi può ottenerlo.

Bonus 150 euro verso la proroga a dicembre: a chi spetta, requisiti e come ottenerlo

Il nuovo governo non è nacora stato formato, ma si guarda già verso un nuovo pacchetto di aiuti per i cittadini e le imprese. Il testo di legge potrebbe arrivare già a novembre sul tavolo del primo Consiglio dei ministri della nuova squadra. Giorgia Meloni ha ribadito che un intervento a sostegno del potere d’acquisto degli italiani è “la priorità assoluta”.

Il Bonus 150 euro sembra essere prossimo ad una proroga. L’erogazione dovrebbe partire a novembre, ma si pensa già a dicembre. I soldi da stanziare per la proroga sembrerebbero già definiti. Si tratta di 4,7 miliardi a dicembre e 14-15 miliardi per il primo trimestre 2023.

Bonus 150 euro: a chi spetta

Il bonus 150 euro è destinato a chi ha un reddito inferiore ai 20mila euro annui.

Si parla di una platea di 22 milioni di persone, ovvero un italiano su tre. L’aiuto riguarda tutte le categorie, ma il sistema di richiesta e di erogazione cambia in base al contratto. Dipendenti e pensionati non devono compilare nessuna domanda, arriverà in automatico. Per le partite Iva, cococo, dottorandi e assegnisti di ricerca, stagionali, intermittenti e lavoratori dello spettacolo, il discorso è diverso. A novembre il bonus 150 euro arriverà a pensionati, dipendenti, lavoratori domestici che hanno già presentato domanda per il bonus 200 euro, percettori di reddito di cittadinanza.

Ai pensionati dovrebbe arrivare con l’assegno del primo novembre, ai dipendenti in busta paga. Per gli altri la data di pagamento è un’incognita. Molte categorie non hanno ancora ricevuto il bonus 200 euro di giugno.