> > Bullismo a scuola: lo chiamano "secchione", lo picchiano e gli conficcano una...

Bullismo a scuola: lo chiamano "secchione", lo picchiano e gli conficcano una matita in testa

Sui fatti di Parma indagano i carabinieri

Bullismo a scuola: lo chiamano "secchione" e gli conficcano una matita in testa, poi dopo la prima denuncia lo aggrediscono di nuovo e lo calpestano

Bullismo a scuola in Emilia Romagna: lo chiamano “secchione”, lo picchiano e gli conficcano una matita in testa: a Parma un 14enne viene preso a schiaffi e vessato dai coetanei, tanto che alla fine deve andare in ospedale.

Nei confronti di quell’alunno di un istituto superiore parmense ci sono state prima le parole della violenza, parole, come “secchione”, poi addirittura la violenza fisica ed una matita conficcata in testa dopo una serie di schiaffi. 

Bullismo a scuola e matita in testa

E come racconta il Messaggero pochi giorni fa e dopo l’ennesimo episodio di  sopraffazione gratuita il ragazzino è stato costretto a ricorrere al pronto soccorso “con una prognosi di 20 giorni per trauma cranico e frattura delle ossa nasali”.

Sulla vicenda sono in corso le indagini dei Carabinieri che hanno raccolto la denuncia sporta dalla famiglia ed accluso al fascicolo il referto medico. La sorella della vittima ha raccontato di quei soprusi alla Gazzetta di Parma: “Lo hanno minacciato, hanno iniziato a colpirlo con degli schiaffi”. 

Cosa ha raccontato la sorella della vittima

“Quando ho saputo quello che stava accadendo ho personalmente chiamato la scuola, ho parlato con qualcuno della direzione spiegando cosa stesse succedendo”.

Ma non era ancora finita e secondo quanto riportato pochissimi giorni fa ci sarebbe stata un’ennesima aggressione con un pugno alla nuca e poi al volto che ha fatto cadere l’adolescente, tutto questo prima di calpestare il 14 enne. Per il giovane si è reso necessario un secondo ricorso ai sanitari.