Il caldo non concede tregua per l'Italia: allarme livello tre in varie città.
Caldo senza tregua per l’Italia. Allarme in varie città
Cronaca

Caldo senza tregua per l’Italia. Allarme in varie città

Prosegue l'ondata di caldo che ha colpito l'Italia in questo ultimi giorni. Situazione che persisterà nei prossimi giorni

La settimana più calda dell’estate. Così la definiscono i meteorologi che prevedono da qui a venerdì il persistere di alte temperature su tutto lo stivale, con punte massime che al centro-nord toccheranno i 38°C, previsti nelle città di Bologna, Ferrara e Mantova. Un caldo umido che rischia di essere pericoloso.

Nessun segno di cedimento dell’anticiclone africano

L’anticiclone africano che staziona su tutto l’ovest europeo non mostra per adesso segni di cedimento, portando alle temperature record che si sono registrate in tutta Europa.
A Milano e Torino sono previste temperature che arriveranno a toccare i 34-35°C, e si prevede che nel nordest saranno anche superiori a questo valore.
Nemmeno la Liguria, tipicamente più fresca, sarà al riparo dall’anticiclone che ormai staziona sull’Italia, e vedrà la colonnina di mercurio raggiungere i 33C° lungo la costa.

Firenze la città più calda

Ma è a Firenze che si prevede la situazione peggiore, con la previsione di temperature che raggiungeranno tra martedì e mercoledì i 39C°.

Temperatura che poi si prevede abbassarsi intorno ai 37C°, e simili valori si prevedono per la giornata di giovedì anche a Bologna e Roma.

Situazione stabile fino a venerdì

Persistenza di alte temperature anche per venerdì: una condizione che nemmeno l’insorgenza dei brevi ma intensi temporali che potranno manifestarsi su centro sud da venerdì potranno modificare. Quindi siamo destinati a vivere – almeno fino a domenica o lunedì – una situazione di alte temperature con alti picchi di umidità che aumentano ulteriormente il calore percepito. Situazione che ha spinto le autorità a dichiarare la situazione di pericolo, emettendo bollini rossi e allerta che ha raggiunto livello tre già martedì nelle città di Bologna, Bolzano e Perugia. Allerta che oggi è scattata anche a Genova e Pescara, e che domani sarà attivo a Bolzano, Bologna, Firenze, Genova, Perugia, Rieti, Pescara e Campobasso.

Lunedì prossimo qualche temporale al sud

Situazione che potrebbe andarsi a modificare nei primi giorni della settimana prossima, quando un parziale cedimento dell’anticiclone potrebbe portare l’infiltrazione di correnti fresche dai Balcani, portando la possibilità di rovesci temporaleschi e grandinate su tutto il centro-sud e sulle isole, arrivando forse anche a rinfrescare l’aria di Roma.

Ma da martedì torna l’anticiclone

Da martedì 7 agosto si prevede infatti un nuovo intensificarsi dell’anticiclone, che tornerà ad imperare indisturbato sui cieli d’Italia, riportando le colonnine di mercurio a salire.
Una situazione che ci si attende arrivare a cambiamento intorno al 10 agosto 2018, quando dall’Islanda potrebbe scendere a portare un po’ di refrigerio la prima delle perturbazioni dell’area nord atlantica che caratterizza i nostri autunni. Una perturbazione che dovrebbe arrivare sui nostri cieli intorno al 15 agosto 2018 , rischiando di mandare all’aria i piani dei tanti Italiani che in quella giornata sono soliti grigliare all’aperto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche