> > Cameriere adesca bimba di 4 anni, la violenta e la lascia in un campo in grav...

Cameriere adesca bimba di 4 anni, la violenta e la lascia in un campo in gravissime condizioni

Orrore in India con una bimba di 4 anni violentata

Cameriere adesca bimba di 4 anni, la violenta e la lascia in un campo: vittima in fin di vita e mostro arrestato dopo un lungo interrogatorio di polizia

Nelle campagne dell’India orientale un cameriere adesca bimba di 4 anni, la violenta e la lascia in un campo in gravissime condizioni.

Orrore in Madhya Pradesh, dove la piccola è stata attirata con la scusa di alcuni video sul cellulare. Il mostro l’ha convinta, quasi uccisa dopo lo stupro e lasciata in mezzo ai campi dove è stata ritrovata 16 ore dopo la scomparsa, sanguinante e moribonda. C’è sconcerto nel distretto di Khandwa, dove è per quel crimine nefando è stato arrestato dalla polizia ed accusato formalmente un cameriere del luogo di 22 anni

Cameriere adesca una bimba e la violenta

A lui gli inquirenti sarebbero arrivati dopo aver ascoltato alcune testimonianze. L’uomo abita nello stesso villaggio della vittima, figlia di braccianti agricoli, e sarebbe stato visto intrattenere la bimba con i video sul cellulare negli ultimi giorni. I genitori della vittima ne avevano denunciato la scomparsa lunedì mattina: dopo una mobilitazione generale si era deciso di lasciare fare alla polizia che prima di avviare ricerche ulteriori ha raccolto elementi, puntato il sospettato e alla fine lo ha interrogato.

Alla fine il 22enne ha indicato il luogo dove aveva lasciato la bambina che è stata ritrovata martedì: era a meno di due chilometri da casa. 

Vittima in fin di vita: lui la voleva strangolare

La piccola è stata trasferita in un ospedale di Indore ed è tutt’ora in condizioni disperate, l’aggressore aveva infatti cercato di strangolarla dopo l’abuso. Ma chi è il fermato? Si chiama Rajkumar Singh ed alloggiava a 100 metri di distanza dalla casa della piccola.

 il sovrintendente di polizia polizia di Khandwa, Vivek Singh ha detto all’Indian Express: “Durante l’interrogatorio, Rajkumar inizialmente continuava a ingannarci. Ha nominato anche un’altra persona. Infine ha ammesso di aver rapito la ragazza e di averla violentata prima di lasciarla tra i cespugli a circa 1,5 km da casa sua”.