> > Camion con l'effige di Mussolini sul Canal Grande: scoppia la polemica

Camion con l'effige di Mussolini sul Canal Grande: scoppia la polemica

Tir

Un tir in Canal Grande a Venezia ha attirato l’attenzione e l'indignazione. Un camion nero, con l'effige di Mussolini e la scritta "Il Duce" sulla mot

A Venezia, un tir ha scatenato l’indignazione dei cittadini.

Si tratta di un camion nero, con l’effige di Mussolini e la scritta “Il Duce” sulla motrice. 

Camion con l’effige di Mussolini sul Canal Grande: scoppia la polemica

Un camion tutto nero, con l’effigie stilizzata di Mussolini e la scritta Il Duce sulla motrice, ha attirato l’attenzione, e l’indignazione, sul Canal Grande, a Venezia. È arrivato su una chiatta, che ha ormeggiato davanti all’Hotel Bauer per portare via arredi e altri materiali per una ristrutturazione decisa dalla proprietà, l’austriaca Signa dell’imprenditore Renè Benko, che in due anni rinnoverà l’offerta e lascerà a casa 200 dipendenti.

Un’immagine davvero imbarazzante, che ha lasciato tutti senza parole, dopo la trattativa con Confindustria. Un’apparizione che è diventata virale su internet e ha scatenato le polemiche. 

Replica del Bauer e condanna dell’Anpi

Il tir nostalgico è di un trasportatore esterno e lo abbiamo fatto rimuovere. No comment. Mi dispiace moltissimo” ha fatto sapere la direzione del Bauer, mentre cittadini, lavoratori e comitati chiamavano le forze dell’ordine. Ora si indaga per eventuale apologia del fascismo.

È una evidente esaltazione apologetica del massimo esponente del fascismo che l’Anpi condanna con fermezza e che sarà oggetto di denuncia obbiamo constatare che nel nuovo clima politico vi è chi manifesta le proprie pulsioni nostalgiche in modo sempre più sfrontato sfregiando l’immagine di una città di forte tradizione antifascista come Venezia” ha dichiarato la presidente locale dell’associazione partigiani Maria Cristina Paoletti. “Vergogna inaccettabile” ha commentato la segretaria veneziana del Pd, Monica Sambo.

Non si capisce come possa avere transitato indisturbato sino a Venezia per poi addirittura essere trasportato sul Canal Grande. Evidentemente nel clima generale delle forze di destra che Governano si pensa che queste cose possano essere concesse” ha aggiunto. Stessa domanda che si è posto Claudio Odorico, sindaco civico di centrodestra di Concordia Sagittaria, città dove ha sede la ditta Obiettivo Trasporti, proprietaria del tir.