×

Carlo Nordio, chi è il candidato al Quirinale proposto da Fratelli d’Italia

Carlo Nordio, chi è il candidato al Quirinale proposto da Fratelli d’Italia ed inserito da Giorgia Meloni nella rosa dei "papabili" del centrodestra

https://www.facebook.com/115839853191480/photos/a.115839916524807/115840606524738/

Carlo Nordio, per capire chi è il candidato al Quirinale proposto da Fratelli d’Italia basta spulciare gli almanacchi giudiziari degli anni che vanno dal 1982 al 1995 con qualche puntata nei Duemila. Il trevigiano ex magistrato che è stato impegnato per anni contro le Brigate Rosse e nel filone veneto di Mani Pulite piace a Giorgia Meloni, le piace e le serve per sparigliare le carte in una rosa di candidati più afferenti la politica e le istituzioni mainstream.

Carlo Nordio, chi è il candidato che Giorgia Meloni ha aggiunto alla rosa del centrodestra

La leader di Fratelli d’Italia ne ha parlato apertamente nella sua riunione mattutina con i grandi elettori del partito per decidere chi prenderà il posto di Sergio Mattarella: “Molte personalità, che provengono dall’area del centrodestra, avrebbero il curriculum e lo standing per ricoprire il ruolo di presidente. Nomi come quello di Marcello Pera, Letizia Moratti, Elisabetta Alberti Casellati, Giulio Tremonti, Franco Frattini sono tutti autorevoli.

Io ho chiesto di allargare la rosa anche alle personalità che non hanno un trascorso politico e per questo abbiamo aggiunto il nome Carlo Nordio su cui ci pare difficile che si possano muovere obiezioni”.

Da Sostituto Procuratore Carlo Nordio ad aggiunto di Venezia: chi è il candidato titolare dell’inchiesta sul Mose

Nordio è nato a Treviso il 6 febbraio del 1947, è un ex magistrato. In magistratura ci entrò nel 1977, è stato procuratore aggiunto di Venezia e, prima di approdare a quell’incarico ed alla famosa inchiesta sul Mose di Venezia, è stato toga di punta contro il terrorismo rosso e contro la corruzione di Tangentopoli.

La verve editoriale di Carlo Nordio, chi è il candidato per il Colle che sposò Panatta

Ebbe problemi nel 2000, quando convalidò il sequestro dell’auto e la denuncia a carico di un geometra incensurato di 25 anni che stava accompagnando una prostituta moldava poi morto suicida. Dal 2017 non veste più la toga ma è un proficuo scrittore ed ha fatto l’editorialista per Messaggero di Roma e Gazzettino. Nel 2020 aveva officiato le nozze civili dell’ex tennista Adriano Panatta con Anna Bonamigo.

Contents.media
Ultima ora