×

Carnate, trapper rapinano un operaio nigeriano: arrestati Jordan Jeffrey Baby e Traffik

Jordan Jeffrey Baby e Traffik, due noti trapper con diversi precedenti, sono stati arrestati per aver rapinato un operaio nigeriano.

Trapper

Due trapper hanno rapinato un operaio nigeriano di 41 anni a Carnate e sono stati arrestati. Si chiamano Jordan Jeffrey Baby e Traffik e hanno già diversi precedenti.

Carnate, trapper rapinano un operaio nigeriano: arrestati Jordan Jeffrey Baby e Traffik

Un operaio nigeriano di 41 anni è rimasto vittima di un vero e proprio agguato, avvenuto alla stazione ferroviaria di Carnate. L’uomo stava tornando a casa dopo una giornata di lavoro ma ha avuto la sfortuna di incrociare i due noti rapper, che lo hanno aggredito e rapinato. “Vogliamo ammazzarti perchè sei nero” gli hanno detto. I due trapper sono Jordan Jeffrey Baby, il brianzolo Jordan Tinti di 25 anni, che era già finito nei guai per comportamenti aggressivi contro le Forze dell’ordine e minacce social a Vittorio Brumotti, e Traffik, Nicola Fagà, 26enne romano, già condannato per violenze nei confronti dell’ex fidanzata.

La dinamica della rapina

L’operaio era appena sceso dal treno dopo una giornata di lavoro e stava per tornare a casa, passando dal sottopasso pedonale spingendo la sua bicicletta. Ha visto scendere dalle scale due ragazzi a torso nudo, con la maglietta sulle spalle, che hanno subito iniziato ad urlargli contro, per poi estrarre dalle tasche due coltelli e minacciarlo di morte. L’uomo si è spaventato, ha lasciato bicicletta e zaino nel sottopasso e si è allontanato, inseguito dai due giovani che gli gridavano di fermarsi e continuavano a minacciarlo per il colore della sua pelle.

L’uomo è tornato indietro per chiedere loro di lasciargli la bici e lo zaino, indispensabili per lavorare. La loro reazione è stata violenta. Uno di loro ha gettato la refurtiva tra i binari e poi ha lacerato i copertoni della bici con il coltello, mentre l’altro filmava con il cellulare. La vittima è riuscita a scattare loro qualche fotografia, mentre scappavano. L’uomo ha chiamato i carabinieri e ha fornito loro un’accurata descrizione dei ragazzi, per poi sporgere denuncia.

Ha fornito tutti i dettagli e le foto che era riuscito a scattare con il cellulare. Gli investigatori sono risaliti all’identità di uno dei soggetti, il trapper Jordan Jeffrey Baby.

I trapper sono stati arrestati

La mattina dopo gli agenti hanno notato due ragazzi. Hanno subito riconosciuto il trapper brianzolo, in compagnia dell’altro esecutore della rapina. Hanno richiesto i rinforzi alla centrale operativa e dopo l’arrivo di un’altra pattuglia hanno controllato e perquisito i due ragazzi. Nei pantaloni hanno trovato i due coltelli. I due trappper sono stati condotti nel carcere di Monza e il magistrato ha convalidato il fermo.

Contents.media
Ultima ora