> > Ciclista investito e ucciso da un ladro in fuga, la moglie: "L'ha fatto volut...

Ciclista investito e ucciso da un ladro in fuga, la moglie: "L'ha fatto volutamente"

ciclista investito

Ciclista investito e ucciso da un ladro in fuga a Treviso. La moglie: "L’ha fatto apposta, voleva prenderlo in pieno"

Un ladro in fuga ha investito ed ucciso un ciclista.

La moglie della vittima ha accusato il killer di un atto deliberato: “L’ha fatto apposta, voleva prenderlo in pieno”. La vittima, Mario Piva di San Zenone degli Ezzelini è stato investito ed ucciso da un’auto rubata guidata da Steve Quintinio, 19 anni.

Ciclista investito: cos’è successo

La vittima, Mario Piva stava pedalando accanto alla moglie Tiziana verso casa. Da lì, dovevano andare a trovare la figlia ad Asolo. L’Audi nera rubata e guidata da Quintinio lo ha travolto.

La moglie della vittima ha raccontato ad un testimone che il killer ha investito il marito in un atto deliberato: “Me l’ha ammazzato sotto gli occhi e lo ha fatto apposta. Ho visto che si spostava per prenderlo in pieno. Ho sentito lo spostamento d’aria. Quando ho visto la macchina sfrecciare stavo per urlargli ‘Mario, mettiti sul marciapiede’, ma non ho fatto in tempo. Me l’ha ucciso e non si è nemmeno fermato”.

Questa versione dovrà essere approfondita dagli inquirenti che stanno già conducendo le indagini.

Ciclista investito: le parole del killer

Il killer è Steve Quintinio, un 19enne responsabile di una lunga sequenza di incidenti in quattro diversi paesi limitrofi, furti di vetture con cui ha urtato un camion, colpito una pattuglia dei carabinieri facendola ribaltare e infine travolto il ciclista. Il giovane, che nel frattempo resta in carcere, nei giorni precedenti l’incidente aveva rubato tre auto e seminato il panico.

Nel delirio della mattina dell’incidente, Quintinio ha aggredito una donna di 80 anni prima di rubarle l’auto: “Mi ha minacciato, mi ha tirato fuori dall’auto di forza e si è messo alla guida: poi è scappato”. Successivamente, ne ha minacciare altre due fingendo di possedere una pistola che non c’era.

Durante l’arresto da parte dei carabinieri, il 19enne ha urlato più volte “Scusate, volevo salvare il mondo”.

Steve Quintinio è ora in carcere a Treviso accusato di omicidio stradale, rapina e tentato omicidio.

LEGGI ANCHE