Ciclista travolto e ucciso da Asia Sagripanti di The Voice
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Ciclista travolto e ucciso da Asia Sagripanti di The Voice
Cronaca

Ciclista travolto e ucciso da Asia Sagripanti di The Voice

Asia Sagripanti

Un incidente d'auto ha coinvolto Asia Sagripanti, finalista del programma "The Voice" e un uomo di 52 anni, purtroppo deceduto dopo lo scontro.

Ennesimo incidente d’auto, ennesima morte di un ciclista sulla strada. È ciò che è accaduto ad Azzano Decimo, paese nelle vicinanze di Pordenone, martedì 4 Settembre, intorno a mezzogiorno. Lo scontro ha coinvolto un uomo di 52 anni, residente nella zona, e Asia Sagripanti, nota al grande pubblico per essere una delle finaliste del programma “The Voice”. Le cause dell’incidente sono ancora al vaglio dei Carabinieri, che stanno indagando sulla dinamica del tragico evento che ha portato alla morte l’uomo, di cui non sono state diffuse le generalità.

L’incidente mortale

È accaduto ad Azzano Decimo, paese nei pressi di Pordenone, intorno alle 12 di martedì 4 Settembre il dramma che ha coinvolto Asia Sagripanti, 19enne nota per essere una dei finalisti del celebre programma “The Voice of Italy 2018”, il talent show in cui si è classificata in quarta posizione nella squadra guidata dal cantante Francesco Renga. La ragazza ha travolto e ucciso un ciclista di 52 anni, residente nella frazione di Tiezzo: per l’uomo purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Le cause dell’incidente

Sulle cause che hanno portato allo scontro mortale i Carabinieri stanno ancora indagando.

Tuttavia, da una prima ricostruzione e dalla testimonianza della stessa Asia, sembra che la ragazza si sia distratta a causa di un insetto, verosimilmente una vespa, che – entrato nell’abitacolo – avrebbe distratto la giovane, impedendole quindi di accorgersi del ciclista che si trovava sul margine della strada. L’uomo sarebbe quindi stato travolto dall’auto. Asia Sagripanti è stata portata in seguito allo scontro in ospedale, in evidente stato di shock.

Strade sempre più pericolose per i ciclisti

Non è purtroppo una novità quella di un incidente stradale che coinvolge e uccide un ciclista. Sulle nostre strade infatti si assiste ormai quotidianamente a scontri che si tramutano in tragedie e che facilmente potrebbero essere evitati prestando la massima attenzione al codice della strada: un tema che coinvolge tanto gli automobilisti quanto i ciclisti.

Risale a fine agosto, ad esempio, la notizia della morte di un maresciallo dei Carabinieri, Luca di Lazzaro padre di famiglia di 45 anni, deceduto a seguito di un incidente che lo ha coinvolto mentre si trovava sulla sua bicicletta, nei pressi di Udine: l’uomo avrebbe perso il controllo della sua bici, finendo contro un mezzo agricolo, probabilmente a causa di una frenata improvvisa dell’automobile che lo precedeva.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche