×

Google Maps: come salvare il percorso per guadagnare tempo

Se volete pianificare un itinerario di viaggio è importante salvare i percorsi migliori: vediamo come fare utilizzando Google Maps.

maps
maps

Google Maps consente di salvare le indicazioni stradali per i molteplici punti di partenza e le destinazioni. Per poter utilizzare questa funzione, è necessario disporre di un account Google. Salvare le indicazioni stradali, inoltre, consente di accedere ai percorsi senza immettere nuovamente l’avvio o l’indirizzo di destinazione.

Google Maps: come salvare il percorso

La proceduta per salvare il percorso su Google Maps è estremamente semplice e vi permetterà di risparmiare molto tempo. Infatti, le indicazioni salvate potranno essere successivamente stampate o visualizzate su qualsiasi dispositivo. Vediamo come procedere. Innanzitutto, collegati al sito web di Google Maps. Fai clic su “Accedi” in alto a destra per entrare nel tuo account Google. Inserisci la tua e-mail e la tua password ed entra nell’area privata. Clicca su “Ottieni indicazioni“: a questo punto inserisci il tuo luogo di partenza sotto la casella A. Digita l’indirizzo di destinazione dentro la casella B. Fare clic, infine, su “Ottieni indicazioni stradali” per generare le indicazioni.

Una volta scelto il percorso migliore in termini di tempo e di traffico è possibile procedere al salvataggio delle informazioni ottenute.

Clicca quindi sul percorso che desideri, nel caso in cui siano comparsi più percorsi. Scorri verso il basso fino in fondo alle indicazioni stradali. A questo punto fai clic su “Salva in Le mie mappe“. Ricordati di premere su “Crea una nuova mappa“: in questo modo i tuoi percorsi saranno sempre ordinati per luogo e città. Assegna un nome alla mappa e fai clic su “Salva“. Le indicazioni stradali vengono salvate nel profilo di “Le mie mappe”. Nel momento in cui vorrai accedere nuovamente ai percorsi salvati dovrai semplicemente fare clic su “Le mie mappe” e cercare il nome che hai dato alle istruzioni.

Google maps: come funziona

Google maps è il servizio del grande colosso del web che permette di vedere nel dettaglio le vie delle città di tutto il mondo. Non solo: nei dettagli della mappatura si possono scorgere anche le strutture degli edifici o la forma delle aree verdi. Per riprodurre fedelmente queste immagini, Google combina informazioni provenienti dal satellite con immagini scattare nei luoghi fisici del mondo.

Questi dati vengono successivamente elaborati dall’algoritmo che gestisce la piattaforma: dietro le nostre ricerche, dunque, si cela un complesso “ingranaggio” tecnologico.

Google Maps nasce nel 2008, grazie al progetto “Ground Truth”: nel corso degli anni l’applicazione si rinnova e inserisce dettagli e aggiornamenti. Ad oggi, infatti, il servizio permette di consultare le indicazioni di traffico, autovelox e velocità massima. Purtroppo, però, ha un difetto: la localizzazione offerta non è sempre precisa. Grazie alla realtà aumentata questo problema potrebbe essere efficacemente aggirato.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche