×

Covid, Austria: terza dose anticipata a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario

In Austria, è stato stabilito che la terza dose di vaccino anti-Covid verrà anticipata e somministrata a 4 mesi dal ciclo vaccinale primario.

covid
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

In Austria, la task force nazionale ha annunciato che il booster dei vaccini sintetizzati contro il coronavirus verrà somministrato a distanza di 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Covid, Austria: terza dose anticipata a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario

Nel corso delle ultime settimane, il numero dei contagi e dei decessi causati dalla nuova ondata della pandemia da SARS-CoV-2 è aumentato in modo esponenziale in Austria. Nel Paese, infatti, è stato recentemente ripristinato il lockdown per i non vaccinati: la misura, tuttavia, è stata poi estesa anche ai vaccinati. In questo modo, l’Austria è diventata il primo Paese dell’Europa occidentale che ha ripristinato il lockdown.

Per contrastare la violenta ripresa della pandemia, quindi, il governo austriaco ha deciso di procedere alla somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid a distanza di 4 mesi dalla ricezione dell’ultima dose ricevuta.

In questo modo, si spera di riuscire a tutelare la popolazione dalla circolazione del virus e contenere la minacciarappresentata dalla pandemia.

Covid, Austria: terza dose anticipata, il calo dell’efficacia dei vaccini

La decisione di ridurre i tempi che intercorrono tra l’inoculazione del booster e il completamento del ciclo vaccinale primario riguarda non solo l’Austria ma anche altri Paesi come l’Italia. Una simile iniziativa è stata introdotta nel momento in cui è stato constatato il calo dell’efficacia dei vaccini anti-Covid.

La popolazione vaccinata, quindi, appare gradualmente sempre più esposta al virus a causa della graduale riduzione della copertura offerta dal siero.

In questo contesto, dunque, se in Italia il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che la terza dose verrà somministrata a distanza di 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario, l’Austria ha indicato termini differenti.

Covid, Austria: terza dose anticipata, la nota della task force nazionale

L’inoculazione della dose booster in Austria avverrà a distanza di 4 mesi dall’ultima dose di vaccino ricevuta dai cittadini: è quanto annunciato dalla task force nazionale per i vaccini.

La decisione è stata comunicata in modo ufficiale in considerazione del fatto che già da tempo, in “casi eccezionali”, a Vienna il richiamo era già stato anticipato a 4 mesi piuttosto che a 6.

A questo proposito, la task force nazionale ha diffuso una nota nella quale è possibile leggere quanto segue: “La terza dose può essere somministrata dal quarto mese, mentre dovrebbe essere somministrata dal sesto mese dalla seconda”.

Per quanto riguarda il vaccino Janssen, invece, il richiamo vaccinale dovrà essere effettuato tassativamente entro il prossimo 3 gennaio 2022, altrimenti il Green Pass verrà considerato scaduto.

Contents.media
Ultima ora