×

Covid, in Puglia mancano i vaccini: ipotesi richiamo Pfizer posticipato a 42 giorni

L'obiettivo è che entro la prossima settimana si possa completare la fascia 79-70, oltre che fragili, over 80 e oncologici.

Mancanza di vaccini in Puglia, richiami posticipati

La campagna dei vaccini anti-Covid continua purtroppo a vedere costanti rallentamenti. L’ultima spiacevole notizia è quella che arriva dalla Puglia e riguarda la valutazione circa l’ipotesi di un’allungamento dei tempi per effettuare il richiamo dei vaccinati con la prima dose di Pfizer.

L’obiettivo sulle dosi quotidiane da somministrare, infatti, costringono anche la Regione a riguardare con attenzione il calendario vaccinale e, di conseguenza, i tempi per il compimento delle somministrazioni per quelle categorie della popolazione più vulnerabili.

Puglia, mancanza di vaccini: ipotesi richiamo Pifzer rimandato di 42 giorni

Questa ipotesi della Regione vede, quindi, il richiamo per la seconda dose Pfizer non più a 21 giorni, ma a 42 giorni.

Certamente non bisogna mettere da parte le buone notizie, come ad esempio quella dell’aumento del numero di vaccinatori, visto che da ora si inizia pure con gli odontoiatri.

Ciò comporta, tuttavia, una diminuzione del numero di dosi che si ha a disposizione. Per salvare la situazione sono in arrivo 104mila dosi di Pfizer, che hanno il fine di impedire il blocco della campagna vaccinale.

Altra ottima notizia arriva circa il vaccino Johnson&Johnson: infatti, con la circolare ministeriale, è permesso l’uso sugli over 60. Altre 24mila dosi sono state usate nelle ultime 24 ore: su 1 milione e 109mila dosi, sono state somministrate 1 milione e 53mila.

In poche parole, meno del 94%. Ciò permette comunque alla Puglia di restare ai vertici della classifica nazionale per percentuale di somministrazioni.

Questioni ancora non risolte sono, invece, quelle che riguardano la richiesta della Regione di riequilibrare le consegne dei vaccini, cercando di avere in prestito nuove fiale da altre Regioni che magari sono attualmente dotate di più scorte di vaccini. Questioni che verranno ovviamente affrontate domani, 23 aprile 2021, quando Michele Emiliano, presidente della Puglia, incontrerà il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, assieme a Fabrizio Curcio, capo del dipartimento nazionale della Protezione civile. La visita ha l’obiettivo di visitare proprio i centri attrezzati per il contrasto all’emergenza Covid; i due daranno un’occhiata anche alla fabbrica pubblica, nella quale si producono i dispositivi di protezione allestita dalla Regione nella sede ex Ciapi in zona industriale a Bari.

Target sul calendario delle vaccinazioni

Ricordiamo che proprio Figliuolo ha stabilito nelle scorse giornate dei blocchi sulle vaccinazioni quotidiane e settimanali, che si differenziano ovviamente da Regione a Regione. La Puglia, ad esempio, deve rispettare i traguardi di 21mila dosi fino a domani, 29mila dosi da fine aprile. 

Dunque, questi freni che Figliuolo ha imposto portano ad una vera e propria rivisione del calendario vaccinale: entro la prossima settimana si punta a completare le vaccinazioni della coorte 79-70, oltre che di fragili, over 80 e oncologici. Solo dai primi di maggio scatteranno le vaccinazioni per 69-60.

Nata ad Avellino il 7 Luglio del 1994, vive a Napoli dove ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Filosofiche. Ama la scrittura e la lettura. Da 4 anni lavora nel mondo del Marketing. Scrive attualmente per Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Veronica Ortolano

Nata ad Avellino il 7 Luglio del 1994, vive a Napoli dove ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Filosofiche. Ama la scrittura e la lettura. Da 4 anni lavora nel mondo del Marketing. Scrive attualmente per Notizie.it.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora