×

Covid, le linee guida europee per i viaggi in aereo: cosa prevede il nuovo protocollo

Il Centro europeo per il controllo delle malattie e l'Agenzia europea per la sicurezza dell'aviazione hanno elaborato linee guida per i viaggi in aereo.

linee guida europee viaggi

L’estate è iniziata e, dopo mesi di difficoltà, limitazioni e divieti, in molti sentono forte il desiderio di tornare ad assaporare la tanto acclamata libertà, godendo di momenti all’insegna della spensieratezza e di un clima finalmente sereno. Tanti hanno ripreso a viaggiare e si stanno già organizzando con il green pass.

Intanto il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) e l’Agenzia europea per la sicurezza dell’aviazione (Easa) hanno elaborato le nuove linee guida europee per i viaggi in aereo. Le nuove indicazioni sono state stabilite nel pieno rispetto delle misure anti-Covid, per garantire viaggi in sicurezza e ridurre i rischi di contagio.

Linee guida europee per i viaggi in aereo: in cosa consistono

Ecdc e Easa hanno elaborato le nuove linee guida da adottare durante i voli.

Il nuovo protocollo è stato pensato in seguito ai nuovi dati sulla circolazione delle varianti e sulla base dei programmi vaccinali.

Sarà fondamentale controllare una volta sola nel viaggio lo stato vaccinale dei passeggeri o la loro eventuale guarigione dal Covid. Resta l’obbligo di indossare la mascherina, mantenere la distanza e garantire l’igiene delle mani.

In particolare, chi è guarito dal Covid negli ultimi 180 giorni o chi ha concluso il ciclo vaccinale non dovrà sottoporsi a tampone né alla quarantena, eccetto nel caso in cui si arrivi da aree ad alto rischio o dove circola una variante che preoccupa per la sua facile diffusione e trasmissione. In tal caso, si richiede un risultato negativo a test antigenico rapido fatto non oltre 48 ore prima dell’arrivo o a tampone molecolare, eseguito non oltre 72 ore prima del viaggio.

Linee guida europee per viaggi in aereo: le altre regole previste dal nuovo protocollo

Fondamentale anche usare un modulo per localizzare i passeggeri, per facilitare il tracciamento dei contatti che si rivela essenziale nel caso in cui si individuasse un caso di positività al Covid-19.

Mascherina e distanziamento restano le regole chiave da rispettare durante tutto il viaggio in aereo. L’obbligo è previsto sia per i voli interni all’Unione europea sia per quelli da e verso altri Paesi.

Nel protocollo, inoltre, si ribadisce l’importanza di non creare code e assembramenti mentre si effettuano i controlli della prova della vaccinazione o della guarigione.

Per chi non ha concluso la vaccinazione o non ha contratto il Covid attestando la guarigione negli ultimi 6 mesi, va considerato il rischio del Paese di provenienza e di tolleranza del rischio nel luogo di destinazione.

Linee guida europee per viaggi in aereo: il commento dell’Ecdc

“Le campagne vaccinali hanno permesso di rilassare alcune misure per i viaggiatori completamente immunizzati”, ha sottolineato la direttrice dell’Ecdc, Andrea Ammon.

Tuttavia, ha precisato: Se le misure si rilassano troppo presto anche per i non vaccinati, rischiamo di vedere una rapida crescita dei casi di nuovo”.

Contents.media
Ultima ora