×

Covid, monitoraggio Gimbe: “500 mila nuovi casi in 7 giorni ma l’aumento si ferma”

Il monitoraggio Gimbe ha rilevato una sostanziale stabilità dei nuovi casi positivi e un aumento dei ricoveri in area medica e rianimazione.

Gimbe

Il nuovo monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe ha registrato la presenza di 500 mila nuovi casi positivi nel periodo 23-29 marzo. Un numero indice del fatto che il trend in crescita si è fermato facendo evidenziare un +0,3%. Aumentati decessi, ricoveri e terapie intensive.

Monitoraggio Gimbe sui nuovi casi

Rispetto al periodo precedente i parametri pandemici sono così variati:

  • Decessi: 953 (+3,1%), di cui 64 riferiti a periodi precedenti
  • Terapia intensiva: +32 (+7%)
  • Ricoverati con sintomi: +771 (+8,6%)
  • Isolamento domiciliare: +65.468 (+5,5%)
  • Nuovi casi: 504.487 (+0,3%)
  • Casi attualmente positivi: +66.271 (+5,5%)

I presidente Nino Cartabellotta ha fatto notare che, dopo due settimane di netto incremento, le nuove infezioni sembrano essersi stabilizzate intorno a quota 500 mila.

In questo momento è tuttavia difficile fare previsioni, sia per l’eterogenea situazione a livello regionale, sia perché nelle grandi regioni del Nord, dove risiede oltre un terzo della popolazione italiana, non si vedono al momento segnali di consistente circolazione virale“, ha aggiunto.

Per quanto riguarda i ricoveri, si è rilevata un’inversione di tendenza nei posti letto occupati da pazienti positivi in terapia intensiva (che sono aumentati) e sta proseguendo l’incremento dei ricoveri in area medica.

13 regioni superano la soglia del 15% in area medica, con la Calabria che è arrivata a toccare quota 34,1%, mentre Calabria e Sardegna superano quella del 10% in rianimazione.

Monitoraggio Gimbe: la campagna vaccinale

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, al 30 marzo l’85,6% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino (+20.976 rispetto alla settimana precedente) e l’83,9% ha completato il ciclo vaccinale (+56.309).

Calato il numero di somministrazioni, con una media mobile a 7 giorni di 43.160 somministrazioni/die.

Sono ancora 6,94 milioni le persone che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino di cui 2,51 milioni protette temporaneamente in quanto guarite dal Covid da meno di 180 giorni (figura 15). Le persone attualmente vaccinabili sono dunque circa 4,43 milioni (senza tenere però conto delle esenzioni di cui non si conosce il numero esatto).

Contents.media
Ultima ora