×

Covid, secondo Sebastiani (Cnr) i contagi stanno risalendo: i dati regione per regione

Il matematico del Cnr Giovanni Sebastiani guarda ai numeri della pandemia e sottolinea che i contagi stanno risalendo.

Sebastiani contagi stanno risalendo

A livello nazionale continua la frenata del calo dei contagi, sia per la percentuale di positivi ai test molecolari che per il totale di positivi a entrambi i due tipi di test”, è con queste parole che il matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo M.Picone del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), mette in allerta in merito al possibile mutamento della situazione epidemiologica italiana con i contagi che stanno risalendo.

Sebastiani: “I contagi stanno risalendo”

“Da una settimana – ha aggiunto il matematico a Fanpageè in frenata la discesa della curva degli ingressi giornalieri in terapia intensiva. La situazione è di stasi negli ultimi 7-10 giorni e l’analisi alle differenze percentuali mostra che il trend sembra cambiare verso la risalita”. Ci sono poi i decessi che “dopo la frenata della discesa della curva dell’incidenza giornaliera di una dozzina di giorni fa, la curva scende in modo lineare”.

Per Sebastiani i contagi stanno risalendo

L’analisi fornita da Sebastiani evidenzia anche delle profonde differenza tra le Regioni italiane. In Piemonte, ad esempio, l’incidenza dei nuovi contagi ha visto per il professore una crescita e attualmente ci sono 28 casi per 100.000 abitanti. Discorso simile per il Friuli Venezia Giulia dove l’incidenza è a 42 casi per 100.000 abitanti. Anche in Campania è in risalita, ma con cifre meno nette, l’incidenza è a 32.

“I contagi stanno risalendo”, cosi Sebastiani

“L’analisi delle differenze percentuali – ha ribadito Sebastiani – mostra che si va verso un trend di crescita”. Dai suoi studi si apprende poi che l’incidenza nel Lazio è a 29, dunque più statica, in Lombardia a 20, in Toscana a 38, in Abruzzo a 20 e in Calabria a 37.

La situazione indica invece un miglioramento in Liguria, 26, in Puglia, 17, in Umbria, 22, e Veneto, 44.

Contents.media
Ultima ora