×

Covid, un nuovo studio sulla pandemia: “In Europa può causare ancora 300 mila morti”

Uno studio sulla pandemia da covid in Europa mette in allerta sui possibili futuri scenari nel continente: l'Italia, però, è meno vulnerabile.

Covid studio pandemia Europa

L’Europa è di nuovo nella morsa del covid con diversi Paesi del vecchio continente alla prese con guai seri per quanto riguarda i nuovi casi di infetti, di ricoveri e, purtroppo, anche di morti. Uno scenario che non trova sollievo in quanto analizzato in uno studio sulla pandemia condotto dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine e pubblicato in preprint sul database medRxiv.

Covid, lo studio sulla pandemia in Europa

Stando a quanto riportato nello studio, nei 19 paesi europei presi a riferimento, la pandemia potrebbe ancora causare un numero di morti pari a 300mila con circa 900mila ricoveri prima che il Sars Cov 2 diventi endemico. Lo studio, per stessa ammissione dei ricercatori, presenta una grande varibilità a seconda dei diversi Paesi.

Covid: nuovo studio sulla pandemia in Europa

Il calcolo si basa sul potenziale carico residuo di covid nei 19 paesi europei presi a riferimento, il che vuol dire quante persone possono ancora ammalarsi, necessitare di un ricovero o morire. Una valutazione incrociata basata soprattutto sulle dinamiche delle passate ondate e sulle percentuali di vaccinati presenti in ogni Stato. 

Covid Europa, lo studio sulla pandemia

L’Italia, così come l’Inghilterra, per l’inizio precoce della campagna vaccinale e l’alta copertura nelle fasce a rischio della popolazione, oltre che per lo storico già vissuto della pandemia, è in una situazione di minore vulnerabilità. Diverso è il caso di altri Paesi come la Romania, ad altissimo rischio, e della Germania dove, secondo lo studio, sono possibili 280mila ricoveri e 115mila decessi. 

Contents.media
Ultima ora