Avigliana, aggressione in classe con una mazza da hockey
Avigliana, aggressione in classe con una mazza da hockey
Cronaca

Avigliana, aggressione in classe con una mazza da hockey

mazza da hockey

Un giovane rapper di 18 anni è entrato a scuola con una mazza da hockey ed ha aggredito un ragazzo, che pare lo prendeva spesso in giro.

“È salito sul banco e ha iniziato a prendere a calci uno dei miei compagni poi ha preso la mazza e lo ha colpito in testa“, racconta uno dei testimoni dell’aggressione avvenuta venerdì 7 dicembre 2018 in una classe di seconda dell’Istituto commerciale Galilei di Avigliana, nel torinese. All’inizio delle lezioni infatti uno studente 18enne si è presentato in aula armato di mazza da hockey.

Aggredisce dopo prese in giro

Il giovane ha colpito in particolare un ragazzo, ma nella colluttazione sono rimasti feriti altri alunni tra cui una studentessa. Nessuno per fortuna sembra essere in gravi condizioni. A causa dello spavento però la docente ha accusato un lieve malore e dopo l’episodio è stata trasportata in ospedale per accertamenti.

L’aggressore invece è riuscito a fuggire dalla scuola e a far perdere le proprie tracce per alcune ore. Alla fine però si è costituito, presentandosi con il padre presso la caserma dai carabinieri di Avigliana. Ancora da accertare i motivi che hanno scatenato il folle gesto del giovane.

Stando alle prime ricostruzioni pare che il 18enne sia stato spesso oggetto di insulti e angherie da parte di alcuni coetanei.

Sembra che la sera prima dell’aggressione il giovane abbia avuto una lite proprio con il ragazzo aggredito con la mazza da hockey, che frequenta la sua stessa scuola anche se non nella stessa sede. In base alle prime testimonianze, il 18enne sarebbe stato preso in giro per la sua passione per la musica, poiché ha su Youtube un canale dove canta rap. Dopo un breve interrogatorio, il giovane è stato rilasciato ma denunciato per porto di oggetti pericolosi e per percosse.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche