×

Facebook, valanghe di insulti razzisti perché fidanzata con nigeriano

Prima degli insulti la ragazza aveva commentato alcune frasi di Salvini sostenendo che: "Per parlare di immigrazione, dovrebbe sciacquarsi la bocca".

Insulti razzisti

La vittima è una giovane venticinquenne di Stradella, in provincia di Pavia, che ha così scritto su Facebook: “Prima di parlare di immigrazione, Salvini dovrebbe sciacquarsi la bocca”. Indescrivibili sono state le risposte degli utenti alla donna: una vera e propria valanga di insulti razzisti e sessisti in direzione della ragazza.

La colpa, oltre a quella di aver risposto al Vicepremier, è stata quella di avere una foto profilo in compagnia del proprio ragazzo, un uomo di 32 anni proveniente dalla Nigeria.

Gli insulti

A commentare e ad insultare la giovane ragazza, di nome Martina Mondini, sono stati indistintamente uomini e donne e la maggior parte di questi ha utilizzato numerosi riferimenti sessuali espliciti oppure inviti non proprio simpatici come quello di “sciaquarsi la bocca con l’acido o con la candeggina”.

Altri commenti sono di natura razzista: “Invece di parlare di integrazione, controlla quando scade il permesso di soggiorno del tuo compagno, inutile donna” oppure “Vai direttamente in Africa, avrai l’imbarazzo della scelta, dal produttore al consumatore”.

Tutti gli insulti sono stati cancellati dalla stessa Martina. In seguito, però, quest’ultimi sono stati ripresi dalla cugina della giovane donna che ha deciso, sempre su Facebook, di sfogarsi scrivendo un lungo post in cui difendeva Martina: “Queste persone non conoscono Martina; non conoscono la sua vita, il suo trascorso, la sua preparazione accademica o professionale e non conoscono il suo impegno sociale.

Si sono semplicemente imbattute in una foto di profilo in cui appare a fianco del suo compagno, un ragazzo nigeriano, e lì si sono fermate. Le hanno vomitato addosso tutta la loro rabbia e l’insoddisfazione. Senza contare la gravità delle allusioni all’acido o alla candeggina in un’epoca in cui il vitriolage sta contando sempre più vittime. Fatti e parole gravissime che non dovremmo lasciar passare inosservate. E intanto, invece, è stato impedito a lei di lasciare ulteriori commenti ai post della pagina.

Così, giusto per viaggiare consapevoli verso l’8 marzo”.

Chi è Martina?

Secondo quanto riporta il giornale “La Provincia Pavese“, Martina avrebbe conosciuto Joe, il ragazzo nigeriano con il quale è ritratta nella sua foto profilo di Facebook, nel centro di accoglienza di Stradella, nel quale lavora. L’uomo sarebbe arrivato in Italia nel 2015, trasportato da un barcone.

Joe sembrerebbe essere laureato in Statistica e dal 2017 lavora presso un’azienda della zona con un contratto a tempo indeterminato: “Non capisco il perché di tanto odio” ha commentato Martina in relazione agli insulti ricevuti ricevuti via web “Chi mi ha insultata dovrebbe conoscere il mio ragazzo, si renderebbe conto dell’assurdità del proprio pensiero”. In merito alle frasi contro Salvini, la giovane ha precisato: “Ero arrabbiata, ho scritto che Salvini prima di parlare di integrazione ‘dovrebbe sciacquarsi la bocca’. Non ho insultato nessuno, ho solo manifestato legittimamente il mio dissenso”.

Contents.media
Ultima ora