×

Omicidio La Rosa: chiesto l’ergastolo per i killer dell’ex calciatore

La richiesta dei Pm, che in aula hanno ripercorso le tappe del terribile omicidio, è la più alta: ergastolo per Rullo e per la madre Bincarello

Nel corso della requisitoria del processo a Carico di Raffaele Rullo e della madre Antonietta Bincarello – alla sbarra perché accusati di essere gli autori dell’omicidio dell’ex giocatore di calcio del Brugherio Andrea La Rosa – i Pm milanesi hanno ricostruito l’orrore di quel gesto. Secondo i funzionari requirenti, un delitto perpetrato con il solo movente economico.

La ricostruzione dell’omicidio

“L’hanno prima sedato e poi messo vivo nel bidone. Volevano tagliargli la gola, ma nella loro crudeltà non sono riusciti a sgozzarlo. Così è morto là dentro per asfissia dopo aver respirato i vapori dell’acido con cui hanno cosparso il corpo”. Con queste parole il Pm riassume la crudeltà con la quale, secondo l’accusa, i due accusati hanno perpetrato il brutale omicidio.

Questo è quanto sarebbe emerso dalle indagini condotte dagli investigatori, giunte a conclusione nel corso del dicembre scorso in seguito al ritrovamento del cadavere di La Rosa in un fusto di benzina nella macchina di Antonietta Bincarello.

Richiesto l’ergastolo per entrambi gli imputati

Dure le condanne richieste dal Procuratore Aggiunto Eugenio Fusco e dal Pm Ripamonti. Per entrambi gli autori del brutale gesto hanno infatti richiesto l’ergastolo. Pena a cui va sommato un anno di isolamento diurno per Raffaele, e 10 mesi per la madre.

Le reazioni dei familiari

Una seduta straziante per i familiari della vittima, che hanno dovuto ripercorrere ogni tappa e dettaglio dell’omicidio perpetrato nei confronti di un loro caro. Omicidio che sarebbe stato pianificato da Rullo per rimediare ad un debito contratto con La Rosa, dell’ammontare di circa 38.000 Euro.

Leggi anche