Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Lucifero, l’anticiclone africano arriva in Italia
Cronaca

Lucifero, l’anticiclone africano arriva in Italia

anticiclone africano

Temperature al di sopra dei 40°. L'anticiclone africano Lucifero arriverà in Italia dalla prossima settimana e colpirà alcune città in particolare

Ecco in arrivo un’impennata delle temperature che ha tutta l’aria di essere infernale: si chiama Lucifero l’anticiclone africano che è pronto a farci recuperare (e forse anche rimpiangere) gli scorsi weekend di piogge e temporali. Picchi fino a 43° in alcune città italiane in particolare, tra cui Firenze e Bologna anche se, chi ne risentirà più di tutti saranno le belle isole di Sicilia e Sardegna e la Capitale. Il Nord non se la caverà sicuramente meglio, ma un paio di gradi in meno sono grosso modo una buona notizia.

Settimana Bollente

Lucifero è in viaggio, ha scelto il mezzo di trasporto più veloce di tutti -se non proprio il teletrasporto: a partire da lunedì 24 giugno 2019 e per tutta settimana i termometri segneranno massime al di sopra dei 40°. Masse di aria bollente si diffonderanno a partire dall’entroterra algerino e mano a mano si estenderanno per tutta la zona del mediterraneo: prima secca poi spaventosamente umida, renderà l’Italia afosa, quasi irrespirabile.

Le giornate più roventi saranno di sicuro quelle di martedì 25 giugno, mercoledì 26 giugno e giovedì 27 giugno.

Le regioni maggiormente colpite saranno Sardegna, Sicilia, Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Puglia, in particolare nel foggiano. La situazione a nord dello stivale vedrà massime comprese tra i 35° e i 38° tra Milano, Torino, Trieste e Venezia. Si dovrà aspettare il weekend per poter percepire un minimo di sollievo. Che dire, pare che l’estate italiana sia ufficialmente arrivata: con un po’ di ritardo, certo, ma a giudicare dal gran caldo che ci riserva, non intende proprio farsi perdonare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche