×

Lecce, sgominato clan mafioso emergente: 30 arresti

Tra gli indagati nell'Operazione Tornado c'è anche un esponente di spicco della Sacra Corona Unita e il sindaco di Scorrano.

Lecce, sgominato clan mafioso emergente
Lecce, sgominato clan mafioso emergente

Sono trenta le persone finite in manette in un’operazione dei Carabinieri del comando provinciale di Lecce, che in queste ore stanno eseguendo le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale del capoluogo salentino su ordine della locale Direzione distrettuale antimafia. L’indagine, chiamata “Operazione Tornado“, è stata condotta dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia dei Carabinieri di Maglie. Le forze dell’ordine hanno individuato e posto fine all’attività di un emergente clan di stampo mafioso attivo nel territorio.

Le accuse

I Carabinieri hanno eseguito 19 ordinanze di custodie cautelare in carcere e 11 di arresti domiciliari. Tutti i fermati sono indagati, a vario titolo, per associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, danneggiamento seguito da incendio, detenzione abusiva di armi e di materiale esplosivo, estorsione, ricettazione, minaccia aggravata, porto abusivo di armi, violenza privata e sequestro di persona.

Sindaco arrestato

Il clan è stato definito dalle forze dell’ordine “agguerrito” ed “egemone” in diversi Comuni dell’area di Maglie, ma con ramificazioni e legami anche con nuclei della Sacra Corona Unita dell’area salentina.

Tra gli arrestati c’è infatti anche Giuseppe Amato, detto “Padre Eterno”, un pregiudicato noto per essere un elemento di spicco del più famoso clan mafioso pugliese.

Risulta indagato per concorso esterno in associazione mafiosa anche il sindaco di un Comune in provincia di Lecce. Si tratta di Guido Nicola Stefanelli, primo cittadino di Scorrano, informa Il Fatto Quotidiano. Stefanelli, candidato della lista civica La scelta giusta, è stato eletto nel 2017. Secondo quanto si apprende da Repubblica, avrebbe favorito gli appartenenti al clan mafioso nelle gare d’appalto per diverse opere pubbliche. Tra queste spicca la gestione del parco comunale La Favorita.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Caricamento...

Leggi anche