Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Poggio Renatico, tragico incidente stradale: due morti
Cronaca

Poggio Renatico, tragico incidente stradale: due morti

poggio renatico incidente

Sono in corso le indagini per stabilire l'esatta dinamica dell'incidente. Le vittime avevano 31 e 41 anni.

Tragico incidente stradale a Poggio Renatico, comune in provincia di Ferrara, durante la tarda mattina di martedì 9 Luglio 2019. Lo scontro si è verificato lungo la Sp 50, in via Cantone, vicino alla rotonda che porta alla base aerea della Nato a Poggio. L’impatto ha visto coinvolti tre mezzi: due auto e una betoniera. Le donne a bordo della Fiat Sedici, di 31 e 41 anni, erano in dolce attesa e sono morte sul colpo.

Secondo una prima ricostruzione, i due procedevano a velocità sostenuta in direzione Vigarano Mainarda. Il conducente, per cause ancora da accertare, avrebbe perso il controllo dell’auto schiantandosi contro una betoniera che procedeva sulla corsia opposta. Sul posto sono subito intervenuti i soccorsi a bordo di ambulanza e automedica. Purtroppo ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso delle due donne.

Le operazione di recupero dei corpi hanno coinvolto i Vigili del Fuoco i quali hanno faticato per diverso tempo prima di riuscire a estrarli dalle lamiere.

Stando a quanto riportato dal sito estense.com, sul luogo dell’incidente sono giunte anche due pattuglie della polizia locale dell’Alto Ferrarese, i Carabinieri di Poggio Renatico e gli operatori per il ripristino della normale circolazione della strada.

Incidente Poggio Renatico: 2 persone illese

Nell’incidente è stata coinvolta anche una terza vettura, una Renault, guidata da una 51enne. La donna è riuscita a passare tra il guardrail e i mezzi incidentati. Sia lei sia l’autotrasportatore, un uomo di 54 anni alla guida della betoneria, sono rimasti illesi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche