Milano, anziano sorpreso su auto rubata: denunciato
Cronaca

Milano, anziano sorpreso su auto rubata: denunciato

auto rubata

L'anziano, già noto ai carabinieri, è stato prontamente denunciato. La vettura, sequestrata, verrà ora restituita al proprietario.

A Milano un uomo di 78 anni è stato fermato dopo essere stato sorpreso a bordo di un’auto rubata da una società che si occupa di vigilanza e sicurezza. L’anziano, già noto alle forze dell’ordine, si sarebbe giustificato dicendo di dover accompagnare una ballerina. L’uomo è stato denunciato dai carabinieri.

Fermato anziano a bordo di un’auto rubata

“Ho trovato l’auto con la portiera aperta, e l’ho presa per accompagnare a Milano una ballerina”. E’ con queste parole che un anziano signore di 78 anni ha provato a giustificarsi ai carabinieri, che hanno sorpreso l’uomo a bordo di un’auto rubata qualche settimana prima in zona Porta Ticinese. Il 78enne, un signore originario di Napoli ma residente a Milano da parecchi anni, è stato fermato dai militari in via Milano a Soresina, che hanno subito provveduto a chiedere spiegazioni riguardo la vettura su cui si trovava l’uomo. L’auto, un’Audi Q3 scomparsa il primo luglio, è difatti la vettura di un’importante società che si occupa di vigilanza e sicurezza.

La giustificazione fornita dall’anziano – poco credibile, è che l’auto è stata trovata fuori da un locale notturno di Castelvetro Piacentino con la portiera aperta e, dovendo accompagnare lui una ballerina a Milano, l’abbia presa in prestito. I carabinieri non hanno però creduto all’uomo.

L’uomo già noto alle forze dell’ordine

L’anziano è stato prontamente denunciato dalle forze dell’ordine, che hanno sequestrato il mezzo per restituirlo al proprietario. Già noto ai carabinieri, l’uomo ha fornito una scusa poco credibile che ha insospettito subito i militari: quest’ultimi credono infatti che, data l’età, il 78enne abbia creduto di non essere un soggetto attenzionato e che stesse andando all’appuntamento proprio con l’acquirente della vettura rubata, rimasto senza nulla tra le mani. Ora denunciato, l’uomo dovrà spiegare come sia entrato in possesso della vettura: compito degli inquirenti sarà quello di stabilire se la macchina sia stata effettivamente trovata la sera prima, aperta, fuori dal locale di Castelvetro Piacentino.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lavinia Nocelli
Lavinia Nocelli, classe '94, marchigianamente di Senigallia. Arrivata per la prima volta a Milano nel 2013, ho studiato all'Accademia di Belle Arti di Brera. La mia tesi mi ha portato in Albania, dove ho realizzato un docufilm sulle nuove mete d'emigrazione Italiana, documentando la situazione a Tirana, la capitale. Nel mentre un docufilm in veste di aiuto registra con Francesca La Mantia, "La memoria che resta". Poi il fotoreportage nella "jungle" di Calais, Francia, il campo profughi da cui oltre 10000 rifugiati cercavano di passare i confini per arrivare nel Regno Unito. E i due anni a Parigi, all'Ecole Supérieur de Journalisme, dove ho seguito da vicino le manifestazioni dei Gilet Gialli. Fotogiornalista per Waamoz, scrivo tra Roma e Milano, dove collaboro con Notizie.it. Leggo per passione, scrivo per dovere: scambiate le frasi e aggiungete negativi in bianco e nero. E tanti chilometri in mezzo, percorsi e immaginati.