×

Salsicce con stuzzicadenti per uccidere animali randagi

Condividi su Facebook

Terribile quanto sta avvenendo in questi giorni a Pontecagnano dove sono state rinvenute delle salsicce con stuzzicadenti per uccidere gli animali

salsicce con stuzzicadenti

Davvero terribile quanto sta avvenendo in questi giorni a Pontecagnano dove sono state rinvenute delle salsicce appositamente confezionate per uccidere cani e gatti.

Salsicce con stuzzicadenti per uccidere gli animali

In base a quanto si evince dal sito Voce di Strada.it, si sta assistendo ad un vero e proprio atto di crudeltà a Pontecagnano, dove qualcuno sta posizionando delle salsicce con stuzzicadenti per cercare di uccidere gli animali. Le salsicce vengono appositamente confezionate per uccidere cani e gatti, con gli animali a quattro zampe che rischiano di morire dopo aver ingerito le salsicce con stuzzicadenti all’interno.

Un atto di crudeltà nei confronti dei cani e dei gatti randagi che purtroppo non resta un caso isolato. Le pericolosissime esche sono state rinvenute sul territorio di Pontecagnano Faiano, ma purtroppo non è la prima volta che si assiste ad una vicenda di questo tipo.

Purtroppo il fenomeno dei bocconi avvelenati disseminati per uccidere gli animali è un fenomeno terribile che non accenna a diminuire. In ogni parte d’Italia quasi quotidianamente vi sono segnalazioni di animali uccisi o in gravi condizioni. Spesso si tratta di polpette di carne, altre volte di fette di prosciutto o lardo arrotolate, oppure uova ripiene o salsicce. Bocconi avvelenati che risultano irresistibili per i nostri amici a quattro zampe e purtroppo risultare molto spesso letali.

Proprio per questo motivo è importante cercare di prevenire il pericolo ed intervenire in modo tempestivo in caso di ingestione. Nel caso in cui ci si imbatta in una situazione del genere, inoltre, è importantissimo denunciare. L’utilizzo dei bocconi avvelenati, infatti, è vietato per legge contro qualsiasi tipo di animale e viene considerato un vero e proprio reato, punibile con pesanti multe e reclusione.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.