×

Meningite a Bergamo, nessuna caccia al portatore

Condividi su Facebook

L'assessore regionale Gallera smentisce una caccia al portatore sano di Meningocco C, ma i vaccini a Bergamo continuano.

meningite a Bergamo
meningite a Bergamo

L’assessore regionale smentisce categoricamente ogni forma di caccia la portatore sano di meningocco C che avrebbe trasmetto la meningite a Bergamo nel mese di dicembre, ma i vaccini continuano.

Meningite a Bergamo, nessuna caccia all’uomo

Il mese di dicembre si è rivelato nefasto per i casi di meningite, soprattutto a Bergamo, paese più colpito: 4 casi tra dicembre 2019 e gennaio 2020, tra cui due giovani ragazze decedute in poco tempo a Villongo e Sarnico.

I vaccini precauzionali continuano senza sosta nei vari ambulatori della zona, ma l’ATS ora cerca di capire le cause di questa diffusione improvvisa, ma senza fare caccia alle streghe.

Assessore regionale: “Smentisco una caccia all’uomo”

L’assessore regionale Giulio Gallera però non vuole crare falsi allarmi: “Smentisco categoricamente che siano stati effettuati test con “tamponi salivari” negli ambulatori di Villongo e Sarnico. Regione Lombardia non ha avviato ricerche di portatori sani di meningococco nel territorio interessato dai casi.

Tale indagine non ha efficacia per contenere l’infezione; unico intervento utile per prevenire i casi è la vaccinazione di cui è in corso la campagna straordinaria”.

Non siamo davanti ad un’emergenza. Non ci sono i numeri e abbiamo gli strumenti per prevenire– spiega il dottor Camillo Rossi, che ha seguito tutti i casi di meningite- Capisco la preoccupazione, ma alle popolazioni di quella specifica zona del Lago di Iseo dico di rivolgersi ai centri medici indicati e farsi vaccinare perché la vaccinazione, in generale e non solo in questi casi, è uno strumento che riduce la circolazione di virus e batteri.

I numeri sono in linea con i casi avvenuti negli ultimi 5 anni: 37 nel 2015, 43 nel 2016, 34 nel 2017, 34 nel 2018 e 36 nel 2019 ricordando che non c’è solo il Meningococco di tipo C“.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.