×

Cori in chiesa per festeggiare il ritorno delle messe: “Siamo carichi”

Cori da stadio e balli in una chiesa di Genova per celebrare il ritorno delle messe nei luoghi di culto: l'idea di Don Roberto Fiscer.

Cori in chiesa messe

Don Roberto Fiscer è particolarmente entusiasta del fatto che da lunedì 18 maggio sarà nuovamente consentito celebrare le messe in Chiesa e non più a distanza: ha così girato un video intonando a tutto spiano cori da stadio insieme ad alcuni fedeli, opportunamente distanziati e con le mascherine, per manifestare la sua felicità.

Cori in chiesa a Genova

Oh raga, dobbiamo essere carichi, lunedì si riprende“. Ha esordito così il parroco della Santissima Annunziata del Chiappeto a Genova, trasformando le panche del luogo di culto nella gradinata di uno stadio, rigorosamente quella Nord data la sua fede rossoblu. Ha quindi dato inizio ad un coro sule note de “L’estate sta finendo” dei Righeira urlando a squarciagola “Di tempo ne è passato, ma siamo ancora qua“.

Il brano, cantato negli stati dai tifosi aquilani così come da quelli napoletani e dalla sponda del Genoa al Ferraris, prosegue poi con un “E oggi come allora, io prego Maria” intonato dal gruppo di fedeli. A condividere il video su Facebook, in poco tempo diventato virale, è stato lo stesso Don che nella descrizione ha specificato che si tratta di ironia e che non c’è quindi bisogno di scandalizzarsi.

L’iniziativa ha trovato largo appoggio tra gli utenti che hanno commentato il suo post. Tra chi sostiene che questi metodi facciano avvicinare i ragazzi alla Chiesa a chi lo definisce un mito, sono diversi coloro che affermano che “se non ci fosse bisognerebbe inventarlo“.

Chi è don Roberto Fiscer

Non è la prima volta che Don Roberto si cimenta in canti e balli, data la sua grande passione per la musica. A 19 anni faceva infatti divertire le discoteche del litorale genovese perché il suo sogno era diventare un dj famoso. Una volta intrapreso il cammino della fede non ha però abbandonato questo mondo trasferendo sull’altare ciò che prima faceva dalla consolle. Il suo motto è “Balla con la musica, non ballare con la vita“.

Contents.media
Ultima ora