×

A Roma chiuse le piazze della Movida: troppi assembramenti

Condividi su Facebook

Troppi assembramenti: chiuse le piazze della movida a Roma. L'ordinanza della Raggi.

roma chiuse piazze movida
Roma, chiuse le piazze della Movida

Il Coronavirus è ancora presente in Italia. Lo ricordano, quotidianamente, gli scienziati – come i sette che paragonano il Covid italiano a quello del Brasile -, ma anche i focolai che si stanno registrano un po’ in tutta la Penisola. Ciò che consente di non far ritornare alla saturazione dei reparti ospedalieri, in questo preciso periodo storico, è senza alcun dubbio l’uso di dispositivi di sicurezza personale e il mantenimento del metro di distanza sociale.

Ma ciò non sempre avviene, specie di notte quando si registra, in ogni angolo di Italia, il ‘liberi tutti’. Ed è per questo che a Roma è stata costretta alla chiusura delle piazze della Movida.


Dopo quanto visto nel corso dell’ultimo weekend di giugno, infatti, il sindaco Virginia Raggi ha lanciato un appello agli agenti della Locale per disporre nuova regolamentazione di tutte quelle aree ove si sviluppa, soprattutto di sera, assembramento di persone.

Così Roma, almeno di notte, torna al periodo della ‘fase 2’. Perché prevenire è meglio che curare.

Roma, chiuse le piazze della Movida

A quanto pare i giovani sembrano non recepire il messaggio sull’uso di mascherine e distanziamento sociale. Ma non solo gli abitanti della città di Roma, perché le scene di Trastevere o Piazza San Lorenzo sono le stesse che si vedono, tutti i weekend, in ogni angolo di Italia.



A Roma, dunque, piazze e scalinate chiuse dai vigili urbani, come è successo sabato notte a piazza Trilussa, piazza Bologna, largo degli Osci, a San Lorenzo, e sulla Scalea del Tamburino, a Trastevere.

“Il rispetto delle regole è fondamentale soprattutto ora che abbiamo passato la fase più critica dell’emergenza è il pensiero di Virginia Raggi -.

Per questo dobbiamo continuare a essere responsabili e non abbassare la guardia. Voglio rivolgermi ancora una volta ai più giovani: rispettiamo le regole, siamo responsabili. Non dobbiamo vanificare quanto fatto finora. Restiamo uniti nell’affrontare questa emergenza”. E cosi a Roma vengono chiuse le piazze della Movida.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.