×

Quindicenne molestata, volantino del padre: “Vi sto cercando”

Condividi su Facebook

Il volantino del padre di una quindicenne molestata da una banda: "Vi sto cercando"

Quindicenne molestata
Quindicenne molestata

Una quindicenne è stata molestata nel quartiere di Santa Rita a Torino e il padre ha deciso di attaccare un volantino per i molestatori. L’uomo ha voluto mettere in guardia questi ragazzi, tutti maggiorenni, che conosce alcuni loro dettagli e potrebbe identificarli da un momento all’altro.

Il padre della ragazza ha voluto avvisarli che li sta cercando, appendendo per strada un volantino scritto proprio da lui.

Quindicenne molestata: il padre

Domenica sera una ragazza ha subito un tentativo di aggressione e molestie rientrando a casa da parte di quattro ragazzi sui 25 anni, uno di questi ha un tattoo sotto un occhio.

Eh niente; vi sto cercando” ha scritto il padre della quindicenne molestata. L’uomo vuole trovare questi quattro ragazzi di 25 anni che hanno tentato di fare del male alla figlia e il quartiere lo sta aiutando a far girare il volantino sui social network, nella speranza che esca fuori qualcuno che ha visto qualcosa o che conosce questi ragazzi.

messaggio molestie

La vittima è una ragazzina di 15 anni, che stava tornando a casa da sola quando è stata seguita dalla banda di quattro ragazzi. Erano circa le 23.15 e la sua prontezza di riflessi è riuscita a salvarla da una violenza certa. La ragazzina ha immediatamente raccontato tutto al suo papà, che ha deciso di appendere il cartello per far capire ai ragazzi che questi gesti non vanno fatti. Per il momento non si conosce l’identità dei giovani molestatori, ma saranno tutti pronti per prendere in mano la situazione e fargli capire che non devono fare mai più una cosa del genere.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
8 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Enrico
1 Agosto 2020 16:29

Per il “gruppo”… Beh, una bella ripassata di botte e la lezione resta… Per chi ha scritto l’articolo:un consiglio, rivedere grammatica e pronomi personali…

Nunzia
1 Agosto 2020 18:33
Risponde a  Enrico

Rivedere la grammatica?
Ma sei proprio ebete

Marina
2 Agosto 2020 13:39
Risponde a  Nunzia

Non vedo perché offendere , inoltre ha ragione i giornalisti sarebbero tenuti a scrivere in un ottimo italiano senza errori e questo non ha nulla a che vedere con la notizia riportata.

Felicia colaianni
2 Agosto 2020 09:32
Risponde a  Enrico

Ma serio? 😐

Valeria
2 Agosto 2020 10:57
Risponde a  Enrico

Tu sei proprio scemo, si fronte a tutto questo guardiamo la grammatica? Finché esiste gente come te il mondo andrà sempre più a rotoli

Riccardo
2 Agosto 2020 22:51
Risponde a  Enrico

Pronomi e cazzi vari testa di merda fossi il padre ti infilo una mano in gola e ti strappo i coglioni

Simone
4 Agosto 2020 00:30
Risponde a  Riccardo

Carissimo, non si stava riferendo al padre che ha scritto il foglietto, bensí al giornalista che ha scritto l’articolo.
Cordiali saluti

P.s. la prossima volta siate meno violenti ed impulsivi e leggete meglio 🙂

Francesco
4 Agosto 2020 17:49
Risponde a  Riccardo

*fossi il padre ti infilerei una mano in gola e ti strapperei i coglioni


Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.