×

Omicidio Lecce: killer aveva premeditato tutto

Condividi su Facebook

Omicidio Lecce: l'assassino di Eleonora e Daniele aveva pensato ad ogni particolare per non essere ripreso.

omicidio lecce

Continuano senza soste le indagini sull’omicidio di Eleonora Manta e Daniele De Santis avvenuto lunedì 21 Settembre 2020 a Lecce. Sembra farsi sempre più certa la premeditazione. Il killer, infatti, aveva un biglietto sul quale erano segnate tutte le telecamere della zona, grazie al quale aveva preparato un percorso di fuga per non farsi riprendere.

Inoltre, per celare ancora meglio la sua identità, l’omicida indossava una muta da sub. La giovane coppia è stata uccisa nella zona attorno alla palazzina di via Montello, davanti a diverse telecamere di sorveglianza. Eppure il killer viene ripreso solo da un paio di queste e per pochi secondi. Nelle uniche zone dove è apparso il killer ha pensato bene di indossare in modo più accurato il cappuccio della felpa che indossava.

La tesi che indossasse una muta da sub e non una tuta da motociclista, come inizialmente si pensava, è avvalorata dall’arma con cui probabilmente è stato commesso l’omicidio: un coltello da sub. Gli inquirenti stanno quindi concentrando le indagini nel campo dei sommozzatori.

Omicidio Lecce: killer aveva premeditato tutto

Una delle poche certezze delle indagini è il fatto che vittime e carnefice si conoscessero. Improbabile, infatti, che la coppia abbia aperto la porta ad un uomo con indosso una muta da sub senza che non ci fosse un rapporto di amicizia.

I funerali di Daniele, 33 anni, e della sua fidanzata, Eleonora Manta, 30, si svolgeranno sabato 26 Settembre con due cerimonie separate. I funerali del ragazzo si terrano nel Duomo di Lecce officiati dall’arcivescovo Michele Seccia. La cerimonia per Eleonora, invece, avrà luogo in piazza a Seclì, cittadina salentina dove la giovane era nata. La funziona sarà celebrata dallo zio sacerdote della ragazza.

Nato a Magenta (MI), classe 1984, è laureato in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per ChiliTV, That's All Trends e Ultima Voce.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
27 Settembre 2020 14:16

Quindi se avesse ucciso con un coltello da macellaio avrebbe indossato anche il grembiule?
Ma secondo voi a Lecce il 21/9 con 30 gradi una persona con la muta da sub non sarebbe stata notata per strada??


Contatti:
Alberto Pastori

Nato a Magenta (MI), classe 1984, è laureato in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per ChiliTV, That's All Trends e Ultima Voce.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.