×

Antonino La Targia: spunta post su Facebook delle sue intenzioni

Condividi su Facebook

Antonino La Targia avrebbe premeditato l'omicidio della moglie e poi il suo suicidio, come spiega un post pubblicato su Facebook 4 ore prima.

antonino-la targia-post facebook
antonino-la targia-post facebook

Antonino La Targia è il disabile che nella serata di sabato ha ucciso al moglie Maria Masi nei pressi dell’Allianz Stadium a Torino, per poi suicidarsi. L’uomo infatti si stava separando dalla moglie, ma in un post su Facebook già qualche ore prima della tragedia, l’uomo avrebbe manifestato le sue intenzioni violente nei confronti della moglie.

Antonino La Targia: il post di Facebook

La notizia dell‘omicidio-suicidio di Antonino la Targia ha scosso la comunità torinese, ma spunta un post su Facebook che potrebbe provare il gesto premeditato del disabile.

L’uomo infatti a causa di un incidente in moto da qualche hanno era in sedie a rotelle, e la tragedia personale lo avrebbe portato a compiere l’insano gesto. In famiglia le cose non andavano meglio: Antonino e la moglie Maria Masi si stavano separando, e proprio questo abbandono avrebbe spinto l’uomo al gesto disperato.

Un gesto premeditato, perché circa 4 ore prima su Facebook l’uomo aveva scritto: “Mi è sembrato di vicere in un film. Ora quel film è finito“. Una frase che secondo gli inquirenti che seguono la vicenda potrebbe manifestare esploicitamente le intenzioni violente e poi suicide dell’uomo.

A prova di queta tesi, i carabinieri un paio di settimane prima avevani già registrato la minaccia da parte dell’uomo nei confronti della moglie, ma in quella circostanza Maria non volle sporgere denuncia.

I carabinieri le consigliarono di non avvicinarsi e di non assecondarlo, ma Maria alla fine ha deciso di incontarlo per l’ultima volta.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.