×

Torino, volantini provocatori: Alberto Cirio nella foto delle Br

Condividi su Facebook

Il fotomontaggio mostra Alberto Cirio al posto di Aldo Moro nella foto del rapimento delle Br.

Volantini a Torino
Volantini a Torino

Sui muri del centro sociale Askatasuna a Torino sono apparsi dei volantini provocatori e vergognosi che ritraggono Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, in un fotomontaggio molto simile alle foto che Br mandavano ai giornali per mostrare i loro prigionieri.

Un messaggio davvero di cattivo gusto e le autorità stanno indagando.

Volantini provocatori a Torino

Nella foto si vede Alberto Cirio e sullo sfondo il simbolo delle Br. In molti hanno sicuramente pensato alla foto in cui le Br avevano mostrato Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana, che era stato rapito nel 1978 e ucciso dopo 55 giorni di prigionia.

I cosplayer che vogliamo” è la frase che è stata inserita sotto la foto nel volantino. I cosplayer sono persone che hanno una forte passione per i fumetti e decidono di vestirsi come i protagonisti delle storie che leggono, per interpretarli ed essere come loro. Le autorità al momento stanno indagando ma la situazione a Torino non è particolarmente tranquilla. Altri volantini sono stati affissi intorno al palazzo di Giustizia di Torino con foto di rappresentanti delle istituzioni, prefetto, questore, capo della Digos e magistrati, arricchiti da scritte offensive e minacciose.

Il governatore ha ricevuto la solidarietà delle forze politiche. Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia, ha spiegato che è una “vittima di una spregevole e indegna intimidazione”. Fabrizio Ricca, assessore regionale alla Sicurezza del Piemonte, ha spiegato che “i volantini non sono una bravata o uno scherzo di cattivo gusto ma un messaggio preoccupante lanciato da chi vuole alzare la tensione nel Paese. Gesti simili vanno puniti e i responsabili devono essere individuati quanto prima”.

“Piena solidarietà di Fratelli d’Italia al governatore del Piemonte Alberto Cirio” ha dichiarato Giorgia Meloni, sottolineando come il clima di odio e violenza faccia ancora parte di diversi ambienti.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.