×

Lombardia in zona rossa: il ministro della Salute ha firmato l’ordinanza

Condividi su Facebook

Speranza ha firmato l'ordinanza che conferma la zona rossa in Lombardia dal 17 al 31 gennaio. Attilio Fontana e Letizia Moratti pronti al ricorso.

Lombardia zona rossa ordinanza
Lombardia zona rossa ordinanza

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione andrà in zona rossa e ha già annunciato il ricorso: intanto il ministro della Salute ha già firmato l’ordinanza che convalida ufficialmente il provvedimento.

Lombardia in zona rossa: ordinanza firmata

Dal 17 al 31 gennaio 2021 la Lombardia sarà in zona rossa. In attesa di comprendere che evoluzione prenderà il ricorso voluto da Fontana, sabato 16 gennaio Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza che conferma quanto preannunciato dal governatore lombardo. “Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Sars-Cov-2, fermo restando quando previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 gennaio 2021, alla Regione Lombardia si applicano le misure di cui all’articolo 3 del medesimo decreto”, si legge nell’ordinanza.

Negozi e mercati chiusi, consentiti solo gli alimentari. Farmacie, parafarmacie, edicole e tabacchi resteranno aperti. Vietati gli spostamenti all’interno del proprio comune. Ci si potrà muovere solo per motivi di lavoro, salute o necessità. Consentito a un massimo di due persone alla volta andare a trovare amici e parenti una volta al giorno, ma rispettando i confini comunali e l’orario del coprifuoco.

Chi vive in comuni con meno di 5000 abitanti potrà ancora spostarsi in un raggio di 30 km, senza però poter raggiungere capoluoghi di provincia.

Resteranno in funzione anche lavanderie, pompe funebri e parrucchieri. Bar e ristoranti chiusi. Asporto consentito fino alle 18. Servizio a domicilio senza limiti di orario. A risentirne saranno ancora le scuole: dovrebbero rimanere chiuse le medie (a eccezione del primo anno) e le superiori. Intanto Fontana e il neoassessore al Welfare Letizia Moratti criticano il Governo per la scelta imposta alla Lombardia. A loro detta, infatti, la decisione è stata presa basandosi su dati vecchi di due settimane.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora