×

Carnevale 2021: quando inizia e quando finisce?

Anche quest'anno il Carnevale è arrivato, anche se un po' diverso. L'11 febbraio è Giovedì Grasso, ma quando inizia e finisce la festa?

Carnevale
Carnevale

Sarà sicuramente un Carnevale diverso, a causa del Covid. Il mondo intero ha bloccato feste e sfilate, perché non possono esserci assembramenti, ma Venezia ha deciso comunque di far sfilare in piazza alcune delle sue maschere, per mostrare che ci sono ancora e che presto ritorneranno.

Oggi è la giornata di Giovedì Grasso.

Carnevale: inizio e fine

Il Carnevale è una festa mobile e il periodo dipende da quando cade la Pasqua. Nonostante questo ha una certezza, ovvero il mercoledì delle ceneri, primo giorno di quaresima. Anche questo giorno cambia tutti gli anni ma è sempre lo stesso giorno della settimana da cui si contano i 40 giorni, escluse le domeniche, che portano alla Pasqua. Se dal mercoledì si comincia il periodo di penitenza e digiuno significa che martedì, che nel 2021 cade il 16 febbraio, si deve iniziare ad esaurire il cibo buono, che non si potrà più mangiare nelle settimane successive.

Il martedì è il primo giorno di massimo festeggiamento, in cui si dà sfogo a tutte le gioie carnali prima di iniziare la quaresima. Tutte le date del carnevale si basano sulle tradizioni. Oggi, 11 febbraio 2021, è giovedì grasso. A Venezia in questa giornata si festeggiava una vittoria della Serenissima, quella del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia. Per ricordare questo evento è stato deciso che ogni giovedì grasso macellai e fabbri avrebbero tagliato la testa ai tori.

Simbolicamente significa togliere ogni ostacolo.

In Toscana c’è una tradizione speciale per il giovedì precedente l’ultimo giorno di Carnevale. Si chiama Berlingaccio, che significa leccare con insistenza. A Firenze vuol dire che si ci può abbuffare e mangiare il berlingozzo, dolce a forma di ciambella. L’ultimo vero giorno festivo è il martedì, giornata in cui viene organizzata la sfilata al Sambodromo al Carnevale di Rio, che quest’anno è stato annullato.

A Venezia è il martedì grasso, giorno in cui viene proclamata la Maria del Carnevale, prescelta tra le 12 fanciulle povere a cui il Doge regalava la dote per potersi sposare. In ogni luogo in Italia il martedì grasso è diverso e prende il nome dei dolci tipici, simili tra loro nell’aspetto. Questo non vale per la diocesi milanese, che ha il Carnevale Ambrosiano e festeggia fino al sabato. La tradizione viene da Sant’Ambrogio, che tardò il rientro da un pellegrinaggio e fece aspettare l’intera città per l’inizio della quaresima.

Contents.media
Ultima ora