×

Delitto di Perugia, Guede torna libero, Amanda Knox: “Ora dica la verità”

Knox e Sollecito lanciano appelli perchè Guede, unico condannato per il Delitto di Perugia e tornato libero, dica finalmente la verità sul loro conto.

Perugia Guede Knox verità
Perugia Guede Knox verità

Tornano a far parlare di loro i protagonisti di uno dei misteri italiani che ha fatto discutere gli italiani e la comunità internazionale. Riflettori puntati su Perugia, da quando Rudy Guede è tornato libero, Amanda Knox e Raffaele Sollecito hanno affidato ai social i loro appelli perché si scopra la verità.

Delitto di Perugia, Guede libero e la Knox ribadisce la sua verità

Da alcune settimane avevamo ricominciato ad interessarci delle vicende giudiziarie, e non, conseguenti a quello che nella nostra cultura nazionale ormai è definito “Il Delitto di Perugia”.

L’efferato omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher è avvenuto 14 anni fa. La vicenda sconvolse l’Italia e il mondo intero, con UK e USA, che non hanno risparmiato le pressioni politiche e mediatiche per arrivare alla conclusione, almeno sulla carta, della vicenda.

Rudy Guede, giovane extracomunitario, fu condannato, dopo rito abbreviato, a concorso in omicidio. Concorso non mai chiarito dalla procura, in quanto, alla fine, per l’omicidio rimane l’unico condannato.

I due fidanzatini, sospettati, arrestati e poi prosciolti, però, non hanno mai smesso di far parlare di loro.

Amanda Knox chiede verità a Guede, tornato libero dopo il delitto di Perugia

La giovane americana, recentemente protagonista di una gravidanza tenuta segreta per proteggersi dai paparazzi, oggi affida ai social il suo sfogo.

L’occasione è quella del rilascio di Rudy Guede. La Knox chiede pubblicamente che l’unico ad aver ricevuto una condanna per l’atroce delitto, ora libero nei confronti della legge, chiarisca finalmente l’estraneità dei due giovani ai fatti.

Amanda si dice pronta a perdonare Guede se lui sarà in grado di dire la verità, scusandosi per averli coinvolti davanti all’opinione pubblica e la legge, in una terribile vicenda costata ai due fidanzati reclusione e traumi.

«Rudy Guede, l’uomo che uccise Meredith Kercher, la mia coinquilina, e falsamente mi accusò, ha di nuovo avuto una riduzione di pena… Lui ora è libero, e il suo rapporto con la giustizia italiana è terminato. Come pensate mi senta?»

Queste le parole di Amanda su twitter, ma non è la sola a farsi sentire a proposito.

Guede libero e sul delitto di Perugia Sollecito e Knox chiedono verità

Se già da tempo Amanda Knox aveva commentato negativamente le riduzioni di pena dell’unico accusato per l’omicidio della sua coinquilina, si aggiunge l’appello di Raffaele Sollecito.

Entrambi vogliono sia fatta luce sulla vicenda, grazie ad una ammissione del Guede. In particolare vorrebbero, per rispetto alla famiglia di Meredith, ma anche per smentire i sospetti che la stampa continua ad attribuire loro, che Rudy Guede facesse finalmente chiarezza. Dicendo chi era presente al tempo del delitto in casa, e di fatto scagionando e riabilitando la reputazione di Amanda e Raffaele.

Raffaele Sollecito è uno dei protagonisti del delitto di Perugia: condannato, assolto; di nuovo condannato per poi essere definitivamente assolto nel 2014 dalla Corte di Cassazione. Egli ha già provato ad essere risarcito per l’ingiusto tempo in carcere e afferma:

«Guede è stato giudicato colpevole con una sentenza passata in giudicato. È stato condannato a sedici anni e non so quanto tempo sia rimasto in cella. Rispetto la legge. Resta il fatto che io mi sono fatto quattro anni di carcere gratis. E anche per colpa sua, perché non ha mai voluto dire la verità, ho rischiato di essere condannato a trent’anni»

Per questa omissione di Rudy Guede i ragazzi affermano di aver subito quattro anni di carcere ingiusto. Vedremo se a questi sfoghi su twitter ci sarà risposta da parte dell’accusato.

Contents.media
Ultima ora