Bruxelles, accoltellato poliziotto al grido di "Allah Akbar": è terrorismo
Bruxelles, accoltellato poliziotto in centro: è terrorismo
Esteri

Bruxelles, accoltellato poliziotto in centro: è terrorismo

Un poliziotto è rimasto ferito da una coltellata al collo, infertagli al grido di Allah Akbar di fronte al principale commissariato cittadino.

Bruxelles, dopo che nel corso degli ultimi anni è stata teatro di alcuni terribili attentati, viene nuovamente colpita da un attacco terroristico. Un attacco che ha portato al ricovero in ospedale un agente di polizia, per curare una ferita da arma da taglio al collo. L’attacco, perpetrato da una sola persona, è avvenuto nel centro della capitale, in Rue de Charbon, proprio di fronte al principale commissariato della città. L’aggressione è avvenuta intorno alle 5.30 del mattino di oggi martedì 20 novembre 2018. L’uomo, di cui per ora non si conosce l’identità, si sarebbe avvicinato all’agente, e lo avrebbe colpito con un fendente.

Da quanto emerge, il poliziotto non risulterebbe in gravi condizioni, e l’attacco potrebbe avere una matrice terroristica. Secondo due testimonianze raccolte, infatti, l’aggressore avrebbe urlato “Allah Akbar” – Allah è il più grande – prima di avventarsi sul poliziotto.

Aggressore ferito ma vivo

I colleghi dell’agente rimasto ferito sono intervenuti immediatamente, sparando sull’aggressore, che, raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco, è rimasto ferito al torace, ed è ora in ospedale piantonato dalla polizia.

Nemmeno lui risulterebbe in pericolo di vita.

Stando alle informazioni diffuse dal Ministero dell’Interno belga, l’uomo non sarebbe noto ai servizi di sicurezza come estremista islamico, ma perché precedentemente coinvolto in un procedimento a suo carico per traffico di armi.

L’ufficio del procuratore di Bruxelles ha confermato l’apertura di un indagine per tentato omicidio, con matrice terroristica. E secondo quando affermato dal quotidiano La Capitale, sempre questa mattina la polizia ha eseguito un raid nell’abitazione del sospetto, arrestando nel corso dell’operazione una o due persone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche