×

Gilet gialli, anche le donne protestano: “Macron sei finito”

In migliaia si sono radunate in tutta Francia con l'obiettivo di cambiare la situazione. Con loro anche Brigitte Bardot: "Capisco la loro rabbia".

Gilet gialli, protesta donne
Gilet gialli, protesta donne

Alla protesta dei gilet gialli si sono aggiunte le donne. In migliaia hanno manifestato in tutta Francia perchè sono loro che pagano, spesso più degli uomini. Sono arrabbiate e ora in prima linea per cercare di cambiare la situazione. Con loro anche Brigitte Bardot.

Gilet gialli: le donne protestano

Anche le donne si sono unite alla protesta dei gilet gialli perchè dicono “siamo noi che paghiamo spesso più degli uomini le scelte del governo. Macron ci disprezza e noi rispondiamo così”. In centinaia, se non migliaia, si sono riunite in diverse città della Francia per manifestare il loro malessere nei confronti della politica adottata dal governo. A Parigi si sono date appuntamento in place de la Bastille e hanno percorso tutto boulevard de Beaumarchais fino a place de la République.

A Tolosa le donne hanno manifestato con uno striscione. “Precarie, discriminate, arrabbiate, donne in prima linea” recava quel lungo telo che apriva il corteo, durante il quale le donne hanno cantato “Macron sei finito, le ragazze sono piazza”. I gilet gialli in ‘rosa’ hanno sfilato anche a Saône-et-Loire, nel dipartimento di Saona e Loira. Tra le dimostranti c’era una signora anziana che teneva un cartello con la scritta “Per la Francia dei nostri figli”, mentre una giovane mamma con il passeggino urlava: “Sono una donna e non voglio bambini in quel mondo”.

Le donne con il gilet gialli si ripromettono di organizzare altre manifestazioni a Parigi e nel resto della Francia in occasione dei prossimi fine settimana. L’obiettivo è “cambiare la situazione perché così non possiamo andare avanti”.

La solidarietà di Brigitte Bardot

A sostenere i gilet gialli c’è anche l’ex attrice Brigitte Bardot che in un’intervista al quotidiano Midi Libre spiega: “Comprendo quello che vivono, la loro rabbia quotidiana”.

Da sempre contro la politica di Macron, l’attivista e simpatizzante di estrema destra ha aggiunto: “Quando vedo i milioni usati per cose di un’incredibile futilità, quando vedo i viaggi dei politici in aereo privato, le macchine, gli autisti…tutto questo denaro speso è insopportabile. Che lo si dia a gente che non ha più un centesimo”. Non apprezza le risposte del presidente che giudica “assolutamente non convincenti”. E’ un governo che sta andando verso il fallimento e ora che la protesta è sempre più accesa, la Bardot semplicemente dice che se l’è cercata.

Contents.media
Ultima ora