Stuprata da un 31enne conosciuto su Facebook: 14enne resta incinta
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Stuprata da un 31enne conosciuto su Facebook: 14enne resta incinta
Esteri

Stuprata da un 31enne conosciuto su Facebook: 14enne resta incinta

Facebook

Una ragazzina va in ospedale per partorire e rivela di essere stata violentata da un 31enne conosciuto mesi prima su Facebook.

Un immigrato clandestino dell’Honduras, già arrestato due volte per essere entrato illegalmente negli Stati Uniti, è finito stavolta in carcere con l’accusa di aver usato violenza sessuale ai danni di una ragazza californiana di 14 anni. Stando a quanto riferito dalla polizia, il 31enne Hector Montez è stato arrestato sul posto di lavoro, dopo la denuncia della giovane. I due si erano conosciuti su Facebook.

Agganciata su Facebook

La 14enne ha avuto il coraggio di raccontare quanto successo solo ai medici. Nel dicembre 2018 un ospedale ha allertato infatti lo sceriffo della contea di Kings, in California, dopo il ricovero di una ragazzina che stava per partorire. Vista la giovane età, i medici si sono infatti insospettiti e quando le è stato chiesto chi era il padre del bimbo che stava per nascere la giovane è crollata.

In base al suo racconto, Hector Montez e la 14enne si sarebbero conosciuti su Facebook. L’amicizia però non è rimasta solo virtuale.

Nel marzo 2018 la ragazzina avrebbe accettato un passaggio dal 31enne, all’uscita da scuola. Invece che portarla a casa, però, Montez si sarebbe allontanato con lei in auto fino ad un luogo appartato e, nonostante i “no” della 14enne, l’avrebbe violentata.

Il test del DNA

La ragazzina ha scoperto poco dopo di essere rimasta incinta ma per mesi ha cercato di tenere nascosta a tutti la gravidanza, fino a quasi il giorno del parto quando è dovuta ricorrere alle cure dei medici. Dopo l’arresto, Hector Montez ha negato però di aver mai conosciuto la giovane (la quale invece ha indicato sui social la foto dell’uomo). Sarà a questo punto il test del DNA a confermare o meno se il 31enne è davvero il padre del nascituro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche