Georgia, 14enne stuprata: per lei un risarcimento storico
Georgia, 14enne stuprata: per lei un risarcimento storico
Esteri

Georgia, 14enne stuprata: per lei un risarcimento storico

Georgia
Georgia

E' stata stuprata a soli 14 anni: finalmente Hope Cheston ha ottenuto un risarcimento storico. Per lei un miliardo di dollari

Una sentenza storica per Hope Cheston. La ragazza proveniente dalla Georgia era stata stuprata alla giovane età di 14 anni. Sono passati sei anni dal giorno dello stupro, ma finalmente è stata fatta giustizia. Una decisione storica ha stabilito per lei un risarcimento pari a un milione di dollari. Ma la ragazza, oggi ventenne, ha commentato: “La mia infanzia è stata rubata. Non è solo un miliardo, questo numero scritto su un foglio di carta. E’ tutto il mio caso e la mia vita”.

Storica sentenza in Georgia

Un caso esemplare. Un modello per molti paesi in cui la giustizia sembra non fare il suo corso, procedere lenta e inefficace.

Un giudice della Georgia, negli USA, ha stabilito un risarcimento record per una ragazza stuprata quando era ancora minorenne. Hope Cheston, ora ventenne, otterrà un miliardo di dollari in seguito alla violenza subita.

Georgia

La storia risale al 2012. Hope aveva 14 anni ed è stata aggredita sessualmente da un vigilante armato in un complesso di appartamenti vicino ad Atlanta, mentre lei era in visita da un amico.

L’aggressore, che all’epoca dei fatti aveva 22 anni, e’ stato condannato a 20 anni di carcere. Eppure la società per cui lavorava non ha mai contattato la ragazza per scusarsi del tragico accaduto. Hope ha fatto causa contro l’azienda, la Crime Prevention Agency. Ora sarà proprio la società di sicurezza a dover pagare il considerevole risarcimento.

“La cosa più importante è quello che rappresenta questa cifra”, ha detto l’avvocato della vittima, Chris Stewart. Quindi ha aggiunto: “Non ci interessa quanto alla fine riusciremo ad avere davvero da questa azienda, sappiamo che non hanno un miliardo di dollari, ma abbiamo già avuto la nostra vittoria”. Poi ha commentato: “E’ stata una grande vittoria non solo per la mia cliente, ma anche per le altre vittime di violenza sessuale che ora potranno avvalersi di questa decisione senza precedenti”.

Anche Hope è tornata a parlare della drammatica vicenda: “L’uomo mi aggredì e mi cambiò per sempre.

La mia infanzia e’ stata rubata”, ha raccontato. “Non e’ solo un miliardo, questo numero su un foglio di carta e’ tutto il mio caso e la mia vita”.

Emergenza stupri

I numeri sono drammatici. In Europa e negli Stati Uniti è davvero emergenza stupri? Svezia e Danimarca sono in testa. Ma in nove casi su dieci le violenze sessuali non vengono denunciate, come se non fossero mai avvenute. Questo si verifica soprattutto in Italia.

Gli ultimi fatti di cronaca hanno riportato al centro dell’attenzione mediatica e giudiziaria il tema delle violenze sessuali. Analizzando le statistiche degli ultimi anni scopriamo che quella degli stupri è una piaga senza confini. Stando agli ultimi dati forniti dal Viminale, nel nostro Paese sono 2.333 le violenze sessuali denunciate da gennaio a luglio 2017, contro le 2.345 dell’anno precedente. In media si stimano ben undici stupri al giorno. I dati sono allarmanti e il problema dev’essere arginato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche