Pesa la PlayStation all'ortofrutta e la paga 9 euro: condannato | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Pesa la PlayStation all’ortofrutta e la paga 9 euro: condannato
Esteri

Pesa la PlayStation all’ortofrutta e la paga 9 euro: condannato

playstation

Un giovane ha architettato un piano per comprare un PS4 a meno 10 euro e rivenderla a 100 online. Condannato a quattro mesi.

La curiosa vicenda arriva dalla Francia. Un 19enne è entrato in un centro commerciale con l’intento di acquistare una PlayStation. Il giovane ha però architettato una piccola truffa: dopo aver preso dagli scaffali la consolle, ha pensato bene di pesarla su una delle bilance del reparto ortofrutta, arrivando così a pagare il prodotto solo 9,29 euro. L’obiettivo del giovane era quello di rivendere poi la PlayStation su internet al prezzo di 100 euro per poterci guadagnare.

La piccola truffa

Il giovane si è recato al centro commerciale di Montbéliard per acquistare una PlayStation 4, l’ha pesata sulla bilancia del reparto ortofrutta e ha stampato un’etichetta di 9,29 euro che ha posizionato al posto di quella originale da 340 euro. A quel punto si è recato alle casse fai da te per concludere il suo acquisto senza destare alcun sospetto e riuscendo a dileguarsi in tutta tranquillità con un regolare scontrino tra le mani.

Il 19enne ha poi concluso il suo piano mettendo in vendita la PS4 al prezzo di 100 euro.

Saltato il secondo colpo

Il 19enne pensava di aver fatto un affare eludendo i controlli del supermercato, e visto il successo del suo piano, ha tentato di ripetere il colpo. Il giorno successivo si è quindi recato nuovamente nel medesimo punto vendita ritentando l’acquisto con le stesse modalità. Alcuni dipendenti si sono però accorti delle mosse del giovane e hanno provveduto ad allertare le forze dell’ordine che sono prontamente intervenute e hanno fermato il truffatore. Il 19enne è stato condannato a quattro mesi con la condizionale.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche