La Francia richiama l'ambasciatore a Roma "Attacchi senza precedenti"
La Francia richiama l’ambasciatore a Roma “Attacchi senza precedenti”
Esteri

La Francia richiama l’ambasciatore a Roma “Attacchi senza precedenti”

La Francia richiama l'ambasciatore a Roma
La Francia richiama l'ambasciatore a Roma

Cresce la tensione Italia-Francia. Il ministro degli Esteri ha annunciato che richiamerà l'ambasciatore a Roma in seguito ai ripetuti attacchi.

Incidente diplomatico tra Francia e Italia. Il ministro degli Esteri francese ha annunciato che richiamerà l’ambasciatore da Roma a Parigi per via di “attacchi senza precedenti” e “dichiarazioni oltraggiose”. Secondo il portavoce del Quai d’Orsay, “le ultime ingerenze costituiscono una provocazione ulteriore e inaccettabile, violano il rispetto dovuto all’elezione democratica fatta da un popolo amichevole e alleato e il rispetto che i governi democratici si devono reciprocamente”.

“Attacchi strumentalizzati a fini elettorali”

Per diversi mesi la Francia è stata oggetto di ripetute accuse, attacchi infondati e pretese assurde”, ha continuato il ministro degli Esteri. “Essere in disaccordo è una cosa, strumentalizzare le relazioni a fini elettorali è un’altra”. Non bisogna poi dimenticare, ha sottolineato, che “la Francia e l’Italia sono unite da una storia comune. Condividono un destino. Hanno costruito insieme l’Europa e hanno operato per la pace. La Francia è profondamente legata a questa relazione di amicizia che alimenta cooperazioni in tutti i settori e una vicinanza tra i nostri popoli.

L’amicizia franco-italiana è più che mai indispensabile per accettare le sfide che sono le nostre nel XXI secolo”.

Gli scontri Italia-Francia

La crisi tra il governo di Macron e quello di Conte si aggrava ulteriormente, dopo i precedenti scontri sui temi dell’immigrazione e della fuga in Francia di diversi criminali italiani che hanno trovato rifugio oltralpe grazie alla cosiddetta dottrina Mitterrand. Le prime polemiche sono sorte a causa del rapporto tra il M5S e i gilet gialli. Sebbene la maggioranza moderata dei manifestanti anti-Macron abbia ribadito il rifiuto di una collaborazione politica con il partito di Luigi Di Maio, l’ala estremista del movimento, capitanata da Chalencon, ha accettato un vertice alla periferia di Parigi.

Tensioni tra i due Paesi sono sorte anche in seguito al caso Battisti, quando il ministro Matteo Salvini ha accusato la Francia di nascondere e proteggere svariati terroristi della penisola. Infine, il M5S ha individuato nel “franco delle colonie” e nella politica imperialista francese la causa dell’immigrazione dall’Africa. Attribuendo dunque a Macron e ai suoi predecessori l’emergenza migratoria in Italia.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 1418 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.