Notre-Dame, l'Isis esulta per l'incendio | Notizie.it
Notre-Dame, l’Isis esulta per il “colpo al cuore dei crociati”
Esteri

Notre-Dame, l’Isis esulta per il “colpo al cuore dei crociati”

L'Isis esulta per Notre-Dame
L'Isis esulta per Notre-Dame

Secondo quanto riportato da Site, gli jihadisti celebrano il "castigo" e la "punizione" contro gli infedeli.

Gli inquirenti hanno escluso, per il momento, che l’incendio a Notre-Dame sia l’esito di un attacco terroristico o di un atto criminale. Ma questo non ha impedito agli jihadisti di esultare sul web per la distruzione di un simbolo della cristianità e di tutto l’Occidente. Il sito Site, citato da Leggo, ha informato tramite il proprio profilo Twitter che diversi account islamisti hanno condiviso foto delle fiamme e del fumo che si alzano dalla cattedrale, accompagnate da commenti che esprimono gioia ed esultanza per l’accaduto. L’Isis celebra il rogo come “un colpo al cuore dei crociati“, un esempio di “castigo e punizione” contro gli infedeli.

Il tweet di Site

Attacchi terroristici a Notre-Dame

Il fuoco ha distrutto parte di Notre-Dame a distanza di un anno dalla sentenza, emessa il 12 aprile 2018, che ha condannato una delle terroriste islamiche che nel 2016 hanno provato a far saltare in aria la cattedrale. Vox News ricorda che la cellula terroristica responsabile del fallito attentato era formata da tre donne, tutte provenienti da una banlieu francese.

Hanno cercato di distruggere la chiesa simbolo di Parigi mediante un’auto imbottita di materiale esplosivo.

Il 6 giugno 2017 è stata invece la volta di un uomo, Farid Ikken, che ha tentato di aggredire con un martello un agente davanti alla cattedrale. Aveva con sé anche un’arma da taglio. L’aggressore, riporta il Corriere della Sera, è stato neutralizzato e bloccato da un poliziotto che gli ha sparato. È stato ferito alle gambe e soccorso a bordo di un’ambulanza che lo ha portato all’ospedale del XIII arrondissement. Interrogato dalla polizia, l’uomo, di origine algerina, ha spiegato di aver agito “per la Siria” e si è definito “un soldato del Califfato dell’Isis“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2034 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.