×
Home > Esteri > Matusalemme, l’albero che ha 4850 anni e giace sulle White Mountain
29/05/2019 | di Laura Pellegrini

Matusalemme, l’albero che ha 4850 anni e giace sulle White Mountain

Tutti pensavano che un albero non potesse vivere oltre i 4000 anni: Matusalemme, invece, ha stupito il mondo grazie ai suoi 4850 anni.

matusalemme
matusalemme

Nascosto sulle montagne della California si trova l’albero più antico del mondo: ha 4.850 anni ed è arroccato oltre i 2000 metri di altezza. Si tratta di un vecchio esemplare di Pinus Longaeva. Nessuno credeva che si potessero trovare piante di oltre 4000 anni, ma Matusalemme ne è la prova concreta.

Un albero speciale

Tra le White Mountain della California e del Nevada, in territorio arido e aspro, si cela un vecchio albero: il Pinus Longaeva. Ad un altezza che supera i 2000 metri di quota nemmeno pini e ginepri riuscirebbero a mantenere un colore verdeggiante. Proprio in quell’ambiete ostile è cresciuto l’albero più antico del mondo. Scalando la catena montuosa, tra i 2800 e i 3500 metri di altezza, si scorge un boschetto rado di pioppi e pini.

Matusalemme, il nome assegnato a questo arbusto, è protetto da qualsaisi atto di vandalismo: la sua posizione, infatti, rappresenta un piccolo segreto che si protrae dai tempi in cui l’albero stesso venne scoperto. Edmund Schulman è il padre non biologico di Matusalemme.

Edmund Schulman

Il dendrologo che scoprì Matusalemme mantenne la sua posizione segreta proprio per preservarne la bellezza e la rarità. Fino agli anni Cinquanta, inoltre, nessuno al mondo avrebbe mai pensato che la vita di un albero potesse protrarsi per oltre 4000 anni: eppure, Matusalemme ne conta ben 4.850. La scoperta di Schulman avvenne per puro caso: il dendrologo, infatti, si era recato sulle White Mountain alla ricerca di alberi sufficientemente vecchi per le sue ricerche sul clima. Nel corso della sua prima esplorazione, Edmund superò i 3000 metri di altezza scovando un particolare pino di oltre 1.500 anni: decise di chiamarlo Patriarca.

Su quelle montagne, Edmund sperò di scoprire l’albero più vecchio del mondo: infatti, gli arbusti che incontrava sul percorso erano particolarmente contorti e sopravvissuti ad un clima rigido e ostile.

La scoperta di Matusalemme

Nell’estate del 1957 avvenna la scoperta più importante per lo studioso: gli alberi potevano vivere ben oltre i 4.000 anni. Infatti, nel boschetto dove l’età media delle piante era attorno ai 4.000 anni, Edmund trovò una pianta che ne aveva 4789. Schulman decise di chiamare il raro esemplare Matusalemme in onore del personaggio biblico più longevo. Il vecchio albero sarebbe nato prima delle piramidi egiziane e avrebbe affrontato le più grandi catastrofi umane e naturali della storia: Matusalemme rappresenta un tesoro da tutelare agli occhi indiscreti.

Per questo motivo la sua posizione divenne segretissima. Fino al secolo scorso, a contendersi il titolo di albero più vecchio sulla terra, era Prometeo, il pinus Longaeva abbattutto nel 1964 per motivi di studio. Oggi quindi Matusalemme è ufficialmente il più antico albero presente sul nostro pianeta.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche