Indonesia, incendio in una fabbrica di fiammiferi: 30 morti
Esteri

Indonesia, incendio in una fabbrica di fiammiferi: 30 morti

Incendio Indonesia
Incendio Indonesia

La Protezione civile locale ha fatto sapere che tra le vittime ci sono anche tre bambini.

Almeno trenta persone hanno perso la vita in un incendio scoppiato in una fabbrica di fiammiferi di Sumatra, in Indonesia. Un funzionario della Protezione civile locale, citato dall’Ansa, hanno fatto sapere che tra le vittime ci sono anche tre bambini. I corpi delle persone decedute sono stati rinvenuti completamente carbonizzati, al punto da renderne difficile l’identificazione. Ancora da chiarire l’esatta causa dell’incendio.

“Hanno portato i figli al lavoro”

Le prime immagini giunte dal luogo dell’incendio, diffuse dalle televisioni locali, mostrano ciò che resta della struttura che un tempo costituiva la fabbrica. L’edificio è stato quasi interamente distrutto dalle fiamme, che hanno annerito le pareti, divelto il tetto e deformato gli elementi metallici.

Riadil Lubis, capo dell’agenzia per i disastri del Nord di Sumatra, ha dichiarato ai microfoni della AFP: “Non sappiamo ancora che cosa abbia causato l’incendio, ma il fuoco è stato spento completamente”. Metro TV ha raccolto la testimonianza di alcuni residenti ella zona, tra cui Budi Zulkifli: “Quando stavo per uscire di casa per la preghiera del venerdì c’è stata una fragorosa esplosione“.

La presenza di minori tra le vittime è stata commentata dal presidente dell’agenzia per la risoluzione dei disastri di Langkat, Irwan Syahri: “Molto probabilmente [i dipendenti della fabbrica, ndr] hanno portato i figli con sé a lavoro. Erano tutti carbonizzati al punto da essere quasi irriconoscibili”.

I precedenti

Gli incendi sui luoghi di lavoro sono piuttosto frequenti in Indonesia a causa dello scarso rispetto delle norme di sicurezza, osserva Straits Times. Nel 2017 46 persone sono morte e decine sono rimaste ferite in un incendio divampato in una fabbrica di fuochi d’artificio alla periferia di Jakarta. Ma casi simili si registrano anche in locali adibiti al divertimento. Nel 2015 il rogo scoppiato in un bar a Sulawesi ha ucciso 17 persone, mentre furono 20 le vittime di un analogo episodio a Medan, nel 2009.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.