×

Condannato a 5 anni il ministro norvegese che abusò di migranti minorenni

L’avvocato del politico ha dichiarato alla stampa norvegese che il suo cliente farà ricorso.

ministro norvegese

La notizia è stata riportata dalla Bbc. L’ex ministro norvegese Svein Ludvigsen, accusato nel 2018 di avere abusato sessualmente di tre minorenni, è stato condannato a cinque anni di reclusione. Secondo quanto riportato dalla sentenza, dal 2011 al 2017 Ludvigsen avrebbe chiesto ai ragazzini (tre richiedenti asilo) prestazioni sessuali in cambio del permesso di soggiorno. Stando a quanto emerso dalle indagini, il ministro, allora governatore regionale, avrebbe minacciato i giovani di espulsione immediata quando si sarebbero rifiutati di sottomettersi. A causa delle violenze, uno dei tre ragazzi avrebbe riportato danni psicologici importanti, che il giudice avrebbe tenuto in considerazione al momento della sentenza.

L’accusa e il verdetto

Le giovani vittime, che oggi hanno 25, 26 e 34 anni, hanno voluto raccontare i dettagli degli abusi.

Le terribili violenze, secondo le testimonianze, sarebbero avvenute nella casa del governatore e in una stanza d’albergo a Tromso, nonché in alcune sale di uffici pubblici.

L’accusa di pedofilia lanciata contro l’ex ministro, appartenente all’ala conservatrice, e le sue dimissioni avevano sconvolto la popolazione del Paese nordico. Durante il processo, l’uomo, di 72 anni, ha ammesso di avere avuto rapporti consenzienti con una delle vittime in tre occasioni. Tuttavia, avrebbe dichiarato di non avere agito in mala fede, stando a quanto riportato dalla stampa locale. “Il verdetto è importante e mostra come i giovani rifugiati e richiedenti asilo siano vulnerabili” ha affermato Ann-Magrit Austena, segretario generale della Norwegian
Organization for Asylum Seekers.


Leggi anche